Ordine su D. Maldini: “Sangue di terzino mente” I retroscena di Empoli e il futuro

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Tra il terzo gol di fila, l’esilio a Empoli e il possibile futuro al Milan, Franco Ordine ha parlato del momento al Monza di Daniel Maldini

Il giorno dopo il grandissimo gol di Daniel Maldini che ha deciso Monza-Cagliari (e del quale hanno parlato lo stesso giocatore e l’allenatore Palladino dopo la partita), Franco Ordine ha parlato del momento del giocatore in prestito dal Milan sul Corriere dello Sport in edicola questa mattina.

Il gol, l’esilio a Empoli e il futuro

Nonostante l’assenza di papà Paolo in tribuna, Daniel Maldini è andato a segno con il terzo gol consecutivo con la maglia del Monza contro il Cagliari, come sottolinea il giornalista: “Non è la prima impresa balistica dell’anno, è la terza di fila, una sequenza che diventa addirittura notiziona perché da ieri habemus un Maldini goleador dopo una dinastia di difensori“.

Sangue di terzino stavolta mente“, scrive Ordine in cima al suo focus sulle colonne del Corriere dello Sport di oggi, sottolineando il motivo per il quale Daniel ha lasciato Empoli e a gennaio per accasarsi a Monza: “A 22 anni l’ultimo dei Maldini ha la faccia di un ragazzo educato e benedice la mossa astuta del suo procuratore Beppe Riso che a gennaio lo portò via dall’esilio di Empoli, ignorato da Aurelio Andreazzoli“.

E adesso? Per quanto riguarda il futuro, il giornalista scrive che: “Adesso che un Maldini è diventato goleador c’è solo da capire se Daniel Maldini in estate tornerà al Milan secondo i desiderata dell’interessato e della sua famiglia oppure si fermerà come domicilio calcistico a Monza“.

Ultime news

Notizie correlate