Costacurta: “Sono preoccupato, non hai nulla! Ci sono passato…”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il Milan crolla con l’Udinese: Costacurta divide le responsabilità e giudica il momento rossonero come “preoccupante”

L’Udinese vince a San Siro la prima gara della sua stagione e, comprensibilmente, la critica televisiva e della stampa si scatena contro il Milan: nel post partita di Sky Sport, anche Alessandro ‘Billy’ Costacurta ha toccato il delicato tema senza usare mezzi termini. L’ex difensore del Diavolo, vincitore di 5 Coppe dei Campioni/Champions League, è naturalmente passato anche da momenti di difficoltà. Proprio per questo, cerca di interrogarsi sulla suddivisione delle responsabilità all’interno della squadra.

“MA È SEMPRE COLPA SUA?!”: PSG-MILAN, CONFRONTO CAPELLO-COSTACURTA

Il pensiero dell’ex

Intervenuto a Sky appena dopo il fischio finale di Milan-Udinese, Costacurta analizza la situazione giudicando quella di ieri sera come la peggiore del miniciclo di 4 partite che ha posto inizio alla crisi rossonera. Queste le sue parole:

“Questa è veramente la partita più piatta. Con la Juve tu dopo 25/30 minuti avevi perso un uomo, e poi quella mezzora era stata buona. Con il PSG puoi perdere, contro una squadra così forte e giocando una mezzora in quella maniera. A Napoli secondo me hai fatto bene il primo tempo e anche un pochino di più. Quella di oggi, in realtà, preoccupa molto. Per me preoccupa molto molto di più: soprattutto nella fase offensiva, non hai nulla dagli altri. Nulla. Non hai veramente nulla, perché per fortuna che c’è Leao che ogni tanto si inventa qualcosa. Poi veniamo da Giroud a Napoli, ma per il resto non hai nulla. E questa secondo me è la cosa più preoccupante proprio nel momento in cui devi cominciare a vincere”.

Poi, gli viene chiesto come si possa uscire da queste difficoltà: lui fa un confronto col suo passato.

“Non conosco quest’ambiente, sinceramente. Io sono passato da momenti difficili dove l’allenatore cercava di prendersi le responsabilità. E credo che Stefano (Pioli, ndr) lo stia facendo. In realtà, a me sembra che le responsabilità siano più dei giocatori che sue, questo è quello che penso io”.

“PIOLI SULLA GRATICOLA. MILAN, TEMO DI PEGGIO!”: PADOVAN POST UDINESE

E Pioli…

In relazione a quanto dichiarato da Costacurta, Stefano Pioli ha palesato le proprie colpe e dopo il match ha scelto di addossarsi le responsabilità della sconfitta. In particolare, queste le sue dichiarazioni in conferenza stampa e a Sky Sport 24:

“I tifosi ci hanno sostenuto tantissimo. Stasera meritiamo e merito i fischi. Poi penso che non vedano l’ora di riabbraccarci ancora. Credo che tanti discorsi che si fanno, ed è anche giusto così, sono quasi tutti indirizzati al risultato. Fino a dieci giorni fa nessuno parlava dell’assenza della società o che Pioli era solo. Io mi concentro sul campo e lì possiamo fare meglio sicuramente. Mi concentro sul livello di gioco, che deve migliorare, e che non può essere quello di stasera. Sul resto sapete su come la penso su Zlatan, su come mi sta facendo lavorare il club. Io ho tutto per lavorare bene e se i risultati non vengono vuol dire che devo lavorare meglio e che le responsabilità sono mie. Me le prendo”.

MILAN-UDINESE, PIOLI: “PARTITA PEGGIORE, DOBBIAMO LAVORARE SU TANTE COSE…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

costacurta milan udinese

Ultime news

Notizie correlate