Festa Inter, coro contro Theo Hernandez: due protagonisti dicono STOP

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Festa Scudetto no-stop per l’Inter: il (continuo) coro contro Theo Hernandez si ferma alla richiesta di due nerazzurri

Dopo aver avuto l’aritmetica certezza del proprio 20esimo Scudetto, l’Inter con tifosi, calciatori e staff tecnico ha dato il via alla festa. Dopo la vittoria contro il Torino a San Siro, infatti, è partito il solito bus scoperto che ha fatto il giro di Milano, partendo dalla casa di Inter e Milan e arrivando fino a Piazza Duomo.

Theo il più bersagliato

Ricorrenti gli sfottò da parte di tesserati e supporters nei confronti del Milan e dei suoi protagonisti nel corso della giornata. Da segnalare sicuramente Denzel Dumfries, che si è procurato, dal pubblico in festa, uno striscione che lo ritrae al guinzaglio di un cane con la faccia da Theo Hernandez. È il terzino francese il più bersagliato tra i rossoneri. Per lui, nel corso dei festeggiamenti, vengono riportate parecchie intonazioni del coro “Theo Hernandez figlio di p*****a”.

Nel corso della festa in pianta stabile in Duomo, il giornalista Siavoush Fallahi segnala che, all’ennesima manifestazione di disapprovazione nei confronti di Theo, Federico Dimarco e lo stesso Dumfries hanno chiesto ai tifosi di fermarsi per dedicarsi ad altri cori. Poco dopo, la proposta è stata approvata dal pubblico. Poco dopo, accade qualcosa di simile con un coro per Leao. Barella: “No, no. Solo cori per l’Inter”.

Ultime news

Notizie correlate