“Inutile illudersi, cambia obiettivo!”: un consiglio al Milan

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Scudetto, Europa League, Coppa Italia: Alberto Cerruti consiglia il Milan sul conseguimento degli obiettivi stagionali

Al momento ancora lontano dalla vetta, il Milan rischia di vedere sfumare le chance di lottare per la vittoria del campionato: dopo l’uscita dalla Champions League, i riflettori sono puntati su Europa League e Coppa Italia. Il club rossonero senza i due bersagli grossi intuisce comunque la possibilità di alzare un trofeo in questa stagione. A maggior ragione se sulla carta c’è una concorrenza meno agguerrita. Ha toccato il tema il giornalista Alberto Cerruti, che ne ha parlato in un editoriale per Calciomercato.com.

CORTE UE, SENTENZA CLAMOROSA: SÌ ALLA SUPERLEGA! FIFA E UEFA…

Tra Europa e Italia

Esordisce così: “Una settimana fa, dopo avere battuto inutilmente il Newcastle, il Milan cercava di consolarsi con la prospettiva di giocare in Europa League per vincere l’unica coppa che manca nella sua bacheca. Almeno a parole, nessuno vuole snobbare una competizione che storicamente è sempre andata di traverso alle nostre squadre, perché non può essere un caso che nessuna italiana l’abbia mai vinta”.

Dopo aver analizzato l’impegno che porterà (o porterebbe, in caso di superamento dei playoff), Cerruti riflette:

Ricordando le feste di Lautaro e compagni negli anni in cui non hanno vinto lo scudetto, il Milan deve puntare anche, o meglio soprattutto, alla Coppa Italia a maggior ragione dopo l’eliminazione dell’Inter campione in carica e del Napoli con lo scudetto. E allora riflettori puntati su San Siro, dove i rossoneri debutteranno in coppa Italia all’inizio del nuovo anno, il 2 gennaio contro il Cagliari. In caso di qualificazione poi ci sarebbero soltanto quattro partite, la metà rispetto a quelle dell’Europa League, prima di vincere la coppa: una nei quarti, due in semifinale e l’ultima a Roma”.

TREVISANI: “MILAN, IO NON CE LA FACCIO. PIOLI, ECO E L’EUROPA LEAGUE”

Cambio obiettivo?

Infine, conclude:

“Un percorso più breve, con minori complicazioni in chiave campionato e la possibilità di concludere con un successo la stagione, prima di contendere la prossima Supercoppa ai futuri campioni d’Italia. E siccome è inutile illudersi che il Milan possa annullare i nove punti di distacco dall’Inter, conquistare la coppa Italia non sarebbe una magra consolazione ma una grande soddisfazione, come ha insegnato Inzaghi che si è sempre vantato di averla vinta. Anche quando lo scudetto lo aveva festeggiato il Milan…”.

EUROPA LEAGUE, ALBERTINI: “MILAN, RISPETTALA! È COSTUME TUTTO ITALIANO…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate