Novità a Casa Milan: ipotesi diritti d’immagine nei contratti rossoneri

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il Milan può preparare una rivoluzione: introduzione dei diritti d’immagine sui contratti come il Napoli? L’indiscrezione di Gazzetta

Il Milan sta valutando l’opzione di inserire i diritti d’immagine nei contratti dei propri calciatori. La Gazzetta dello Sport lancia l’indiscrezione che sarebbe corretto definire come rivoluzione in rossonero, perché mai prima d’ora si è scelto di inserire tale parametro all’interno degli accordi.

Blanket contracts o via di mezzo?

Nello specifico, la rosea fa riferimento all’ultimo caso di Rafa Leao, che ha effettuato con il club la collaborazione per la collezione RL10 e ceduto al Milan la licenza ricevendo, in cambio, una percentuale sulle vendite. Secondo Gazzetta, dentro al club si sta ragionando sull’ipotesi di “inserire i diritti d’immagine nei contratti dei calciatori, almeno di quelli che abbiano un certo appeal fuori dal campo”.

Il Milan, eventualmente, sarebbe chiamato a scegliere se seguire la strada del Napoli, e quindi quella dei blanket contracts, che spoglia il giocatore di ogni diritto cedendo tutto alla società, oppure una via di mezzo. Insomma, esiste la possibilità di inserire delle clausole nei contratti per regolare in modo diverso lo sfruttamento dell’immagine del calciatore. E vedremo se il Milan se ne avvarrà.

Ultime news

Notizie correlate