Conte al Milan, il retroscena: quando fu vicinissimo ai rossoneri

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Clamoroso retroscena: Antonio Conte era già stato contattato dal Milan durante la gestione Fassone-Mirabelli

Antonio Conte e il Milan: due strade apparentemente molto lontane e mai sul punto di toccarsi. Nelle ultime settimane, le notizie sulla panchina sempre più traballante di Pioli sono state investite anche di rumors su possibili interessamenti dei rossoneri per il tecnico leccese, attualmente libero. Dopo aver allenato Juventus e Inter, l’ex centrocampista potrebbe accasarsi nuovamente a Milan, questa volta sulla sponda rossonera. Non è la prima volta che il Diavolo si interessa a Conte, come è emerso da un retroscena incredibile riportato da Sky Sport. 

“MILAN TRA CONTE E DE ZERBI”: IL RETROSCENA E IL CONSIGLIERE IBRAHIMOVIC

Conte già nelle mire del Milan?

Era l’inizio dell’estate del “passiamo alle cose formali”. Probabilmente una delle sessioni di mercato più sorprendenti (e poi, deludenti) della storia recente del Milan. Proprio nei primi giorni di trattative, Fassone si era interessato proprio ad Antonio Conte come condottiero del Diavolo che stava velocemente prendendo forma. Il tecnico leccese, all’epoca in forze al Chelsea, avrebbe sostituito Vincenzo Montella, che venne poi confermato alla guida del Club. Un retroscena interessante, soprattutto alla luce di più recenti abboccamenti tra le parti, che avrebbe potuto cambiare le sorti del Milan. Quei 250 milioni (poi divenuti principalmente un debito enorme da ripagare) spesi sotto le indicazioni di Conte avrebbero certamente avuto un peso diverso. Difficile, però, in quel momento, convincere l’allenatore a lasciare Londra, dove continuò ad allenare fino al 2018, vincendo una FA Cup.

BORRIELLO: “MILAN, NON È STATA SOLO COLPA MIA! CONTE? LO FA SEMPRE”

La storia si ripete?

Più che un augurio o un pronostico, si tratta di una suggestione degli ultimi giorni. La storia di Pioli al Milan, costellata di grandi successi (dal ritorno in Champions fino al diciannovesimo Scudetto), sembra ormai volgere al termine. Un ciclo si chiude, un altro si riapre: la volontà dei piani alti di via Aldo Rossi è quella di portare nel Club un nuovo tecnico in grado di far fare il salto di qualità a una squadra per cui l’imperativo dev’essere tornare a vincere. In questo senso, il profilo di Conte apparirebbe perfetto per gli scopi di Red Bird. A complicare le cose, naturalmente, l’importante stipendio richiesto dall’allenatore e le strategie di mercato che potrebbero rivelarsi discordanti. Nuovi contatti, quindi, dopo quelli promossi in passato da Fassone. Un Milan diverso, forse più in grado di convincere Conte ad abbracciare il progetto.

“CONTE, MOTTA E LA SFIDA THURAM”: MILAN, LA RIFLESSIONE SUL POST PIOLI

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate