Conte Milan, Ordine e il principio attivo: «Che coppia! Ma gli incroci…»

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Anche Franco Ordine si esprime su Antonio Conte e il possibile futuro del tecnico al Milan: le sue riflessioni anche su Stefano Pioli, Thiago Motta e Luciano Spalletti

Mentre Stefano Pioli è concentrato sulla preparazione della sfida che attende il Milan contro l’Udinese questo sabato, attorno a lui impazzano le voci su Antonio Conte. Per diverse fonti, il destino dell’attuale guida tecnica ha scadenza al prossimo giugno 2024, quando sarà trovata una nuova figura. I nomi sono i soliti: Conte e Thiago Motta. Ne parlato del tema una delle prime volte anche Franco Ordine, giornalista de Il Giornale. Di seguito, alcuni passaggi del suo intervento al canale Youtube di Carlo Pellegatti riportati da Milannews.it.

DI MARZIO: “MILAN TRA CONTE, THIAGO MOTTA E ZIRKZEE: CHE SUCCEDE?”

Innanzitutto, parte così:

“Faccio due riflessioni. Conte, per me, è il numero uno in circolazione dal mio punto di vista. Penso anche che sia un allenatore oltre che di primissimo piano e di grande valore anche molto impegnativo, tra virgolette, per il club che dovrebbe avere una struttura dirigenziale, oltre che calcistica, tale da poterlo gestire. Lui è abituato a dare delle scosse telluriche all’ambiente. Coesistenza con Ibra? Come mettere vicino nitro e glicerina. Potrebbe essere anche molto positiva”.

Poi, Ordine parla anche di Thiago Motta, ma allargando il discorso invita chi segue il suo ragionamento a fare un passo indietro nel tempo (più precisamente, all’ottobre 2019). Queste le sue dichiarazioni in merito:

“L’altro nome che circola in continuazione è quello di Thiago Motta. Ha fatto un eccellente lavoro allo Spezia, adesso anche al Bologna. Non ha però però nessuna esperienza in Champions e sulla preparazione per il triplo impegno. Anche questo è un dato che va attentamente valutato ed esaminato. Non possiamo dimenticare che Pioli arriva perché l’Inter non libera Spalletti. Alla fine ci sono incroci di mercato che in questo momento sono imperscrutabili”.

MILAN, ORDINE: “PIOLI E ADLI, DAL FACCIA A FACCIA ALLA… CAPA TOSTA”

Infine, la domanda: “Sarebbe forse proprio Spalletti l’allenatore ideale?”.

“Lo sarebbe sicuramente, è un uomo affinato dalle esperienze e dalla piazza di Napoli che è molto impegnativa. Bisogna capire come va l’Europeo, per un allenatore della nazionale l’obiettivo rimane sempre il Mondiale”.

Nel prossimo valzer delle panchine delle big di Serie A, quella rossonera è sicuramente tra le più ambite: da settimane si parla di Conte e Motta, ma l’edizione di Tuttosport in edicola questa mattina propone anche i nomi di Vincenzo Italiano e Francesco Farioli.

MILAN, CONTE O THIAGO MOTTA? TUTTOSPORT RISPONDE (E FA ALTRI DUE NOMI)

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

 

Ultime news

Notizie correlate