Pioli

Pioli in conferenza: “Sono a mio agio dal primo giorno a Milanello. Con l’Udinese ci aspettiamo una gara solida”

0 cuori rossoneri

Conferenze Stampa – Alla vigilia di Milan-Udinese ha parlato Stefano Pioli, chiamato insieme alla squadra a dare un segnale dopo il pareggio con la Salernitana.

Il Milan, a fine febbraio, sta meglio dell’anno scorso? “Noi stiamo sicuramente bene. Veniamo da una prestazione con diversi errori che abbiamo analizzato, ci aspettiamo una prestazione più solida domani”.

Sulla delusione di sabato e i risultati delle avversarie: “Abbiamo cominciato bene la partita ma abbiamo giocato con troppa frenesia, non deve essere così. Abbiamo un piano gara da interpretare e dobbiamo rispettarlo. Il risultato degli altri non ci interessa”.

Sui giocatori in scadenza: “Non alleno mai giocatori in scadenza ma solo professionisti e ragazzi seri. Poi le situazioni si svilupperanno in futuro e non sappiamo come andranno a finire”.

Sulla crescita: “Sono tante le cose in cui dobbiamo crescere. Siamo stati poco lucidi dopo il vantaggio a Salerno, si poteva gestire meglio per trovare gli spazi per essere ancora pericolosi. Su questo mi aspetto dei passi avanti”.

Risultati altalenanti nella lotta scudetto: “Assolutamente è un momento particolare, ma l’ultima giornata è un dato irripetibile. Sono cose che lasciano il tempo che trovano, le partite sono equilibrate e difficili e bisogna interpretarle bene se le si vuole vincere”.

Sulla parola scudetto: “Il nostro obiettivo è chiaro: migliorare il punteggio dello scorso anno. Se saranno abbastanza per vincere lo scudetto sarà qualcosa di eccezionale. Dobbiamo cercare di essere il più bravi possibile da qui alla fine”.

C’è qualche giocatore stanco? “Ho alternative in tutti i ruoli e i giocatori stanno bene. Da un po’ lavoriamo tutti insieme e possiamo alzare la qualità. Né io né la squadra pensiamo alle prossime partite, ognuna ha un peso specifico e va affrontata al meglio. Anche perché l’Udinese è temibile e difficile da superare”.

Sulla drammatica attualità dei fatti Russia-Ucraina: “In tutti noi grande preoccupazione per quel che sta succedendo. Il valore della vita non ha prezzo e credo che in questo momento la situazione che può unire di più sia lo sport. Vogliamo rendere la vita migliore possibile perché è un momento particolare”.

L’Udinese mette sempre in difficoltà il Milan: “Credo sia per le loro qualità, è una squadra compatta che riempie bene gli spazi. Dovremo essere bravi a muovere la palla velocemente. Ripartono molto bene e in tante situazioni dobbiamo metterci qualità e attenzione. Ultimamente stiamo sbagliando qualche passaggio di troppo”.

Scopri QUI la favorita di Ribery per lo scudetto

Quota scudetto: “Le partite sono tante e anche le squadre forti. Forse non si arriverà al punteggio dell’anno scorso ma seriranno comunque tanti punti”.

Su Ante Rebic: “Mi aspetto tanto da un giocatore con le sue qualità. Sta migliorando di condizione e ci sarà spazio per tutti, abbiamo bisogno delle giocate di tutti e tre gli attaccanti”.

Vorrebbe ancora Ibra? “La domanda va fatta soprattutto a Zlatan, è importante la sua volontà. Per come lo conosco io sono convinto voglia continuare. Sta migliorando la sua condizione, anche se lentamente. Il suo percorso è giorno per giorno, bisogna vedere come risponde il tendine. Tra oggi e domani comincerà a correre sul terreno e faremo le dovute valutazioni”.

Cosa pensa di Deulofeu? “L’Udinese ha giocatori forti e che possono trovare la giocata vincente, dovremo fare attenzione”.

La prossima settimana sarà decisiva per il Milan? “Non lo so, sicuramente molto importante. Abbiamo scontri difficili e i punti pesano”.

Poi, su cosa lo ha stregato del Milan: “Mi sono sempre sentito tutelato protetto e apprezzato. Dal primo giorno a Milanello mi sono sentito a mio agio e questo mi dà entusiasmo”.

Su Saelemaekers e Lazetic: “Credo che Alexis sia un giocatore sempre dinamico e vivace. In questo momento deve trovare più precisione sulla giocata decisiva, ha le qualità per essere più efficace in quelle situazioni di gioco. Marko sta meglio, ha cominciato a lavorare con la squadra e non credo ci vorrà molto tempo. Domani sicuramente non ci sarà”.

Cos’ha Pioli più di Inzaghi e Spalletti? “Pioli ha il Milan. Con i miei giocatori è tutto possibile”.

Capiterà altre volte di vedere 2 punte davanti? “Sì, è possibile. Dipenderà ovviamente dalle partite e dalle condizioni dei giocatori”.

L’anno scorso, foto simbolo della stagione è stata la gara di Rio Ave. Quest’anno? “Ne abbiamo diverse. Lavorando e giocando in un certo modo sappiamo di poterci togliere delle soddisfazioni”. 

Pioli
photocredits: acmilan.com

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live