Atletico-Milan Pioli

Pioli pre derby: “La testa comanda tutto, abbiamo bisogno di queste partite. Scudetto? Sicuramente a più di 80 punti”

0 cuori rossoneri

Conferenze stampa – Stefano Pioli parla alla vigilia del derby di Coppa Italia.

Come si è avvicinato il Milan alla sfida con l’Inter? “Con grande attenzione. E’ solo il primo round, ma iniziare bene sarebbe importante. La spinta dei nostri tifosi sarà importante”.

Nelle ultime partite i risultati non sono stati quelli sperati. “Concordo con Maldini, la testa comanda tutto, è la testa che ti fa stare dentro alla partita. Siamo nel momento decisivo della stagione. Abbiamo fatto un percorso straordinario negli ultimi due anni e mezzo, ma quello che conta sarà da domani in poi. Possiamo fare meglio rispetto alle ultime due partite. Abbiamo seminato tanto, ma è il momento di iniziare a raccogliere. Siamo all’ultimo step, cioè quello di diventare vincenti. Ed è lo step più difficile”. 

Sull’Inter: “La stagione è difficile per tutti, tutte le squadre hanno momento positivi e negativi. La classifica dice che il campionato è equilibrato. Nei derby non ci sono favoriti, chi vincerà più duelli individuali avrà più chance di vittoria”.

Udinese, Inter in Coppa Italia e Napoli in campionato. E’ la settimana più importante? “Non è la prima volta che abbiamo settimane così importanti. E’ importante sicuramente, ma non decisiva. In Coppa Italia ci sarà ancora il ritorno e in campionato mancano 10 partite dopo quella con il Napoli”.

Su qualche singolo: “Tonali? È un giocatore importante, però abbiamo le alternative per sostituirlo al meglio. Ho fatto le mie valutazioni nelle ultime partite, se Krunic non ha giocato non era dentro a queste valutazioni. Rade ha la mia assoluta fiducia, domani può giocare”.

Leggi QUI la possibile novità di formazione

Su Florenzi: “Alessandro è un giocatore forte, ho la fortuna di avere due terzini forti e simili nelle caratteristiche. E’ un titolare del Milan, domani vedrò che scelte fare e poi domenica. Sono contento delle prestazioni e del suo apporto quotidiano”.

Su un’eventuale vittoria nel derby: “Ci darebbe una spinta, assolutamente sì. In questo momento abbiamo bisogno di partite così. Dovremo puntare sul nostro modo di giocare, servirà una partita coraggiosa”. 

Sui punti persi contro le ‘piccole’: “I numeri non mentono mai: abbiamo avuto delle difficoltà. Non siamo stati in grado di chiudere e allo stesso modo non siamo riusciti a controllare e comandare certe partite”. 

Poi, sulla gara con l’Udinese: “E’ stata una questione di atteggiamento, ci siamo abbassati. E quando difendi basso dentro l’area può succedere di tutto. Dobbiamo essere più aggressivi in fase di non possesso, la squadra fa bene quando va forte, ma dobbiamo crescere anche nella gestione delle situazioni. Soprattutto quando gli avversari ci aspettano. Dobbiamo anche far girare di più palla”.

Il Milan si sta affidando troppo ai singoli? “Non abbiamo mai fatto parte della nostra mentalità e non sta succedendo, ma nelle ultime due partite siamo calati dal punto di vista della qualità. Giochiamo di squadra cercando di sfruttare le caratteristiche dei singoli perché abbiamo giocatori forti”.

Allegri parla di scudetto a 84-85 punti: “Non lo so. Io continuo a pensare che le prime 5 adesso in classifica si giocheranno lo scudetto e i 4 posti Champions. Non so quanti punti serviranno, tutte hanno rallentato nelle ultime partite. Mancano 11 partite, è difficile affrontare tutte le squadre in questa fase. Sicuramente però serviranno più di 80 punti”.

Come sta Ibrahimovic? “Un pochino meglio, per il Napoli non so se ci sarà. Va valutato giorno dopo giorno”.

Su Kessié e Saelemaekers: “La vostra valutazione su Kessié molto dipende dal fatto che ha segnato meno gol, ma il lavoro che fa è positivo per la squadra. Alexis trequartista? Sa giocare anche in mezzo al campo. Lui deve trovare un pizzico in più di qualità per fare giocate determinanti”. 

Sulla questione gol in trasferta dall’anno prossimo: “Io mi sarei uniformato già quest’anno con l’Europa. Domani giocheremo in casa. E’ vero che sarà fondamentale non prendere gol, ma soprattutto entrare in campo con l’atteggiamento giusto per vincere la partita”.

Come si risolvono i problemi delle ultime partite? “Abbiamo analizzato le cose che non sono andate bene nelle ultime due partite. Dovremo mettere in pratica tutto già da domani”.

Infine, sui cross per Giroud: “A volte rallentiamo troppo prima di fare i cross. Lui si muove bene in area, ma dobbiamo fare meglio su questo aspetto e ci stiamo lavorando”.

photocredits: acmilan.com

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live