Mike Maignan

Maignan si presenta: “Bravo Donnarumma, ma sono qui per fare la mia di storia”

0 cuori rossoneri

Maignan

Mike Maignan è stato ufficialmente presentato come nuovo giocatore del Milan oggi a Milanello tramite la consueta conferenza.

Hai già avuto modo di avvertire il senso di famiglia che si respira?

“Si certo ho sentito da subito questa bella atmosfera. Sono stato accolto molto bene e ho percepito il livello di lata professionalità. Tutti lavorano seriamente. È un club con una grande storia e dobbiamo tutti contribuire a portare risultati”

Senti la pressione di essere il portiere del Milan dopo Donnarumma?

“Qui tutti fanno un gran lavoro e anche Donnarumma ha fatto la sua parte. Io però inizio con la mia di storia e lavorerò duramente come ha fatto lui. Ho avuto già contatti con Dida e i preparatori, ha fatto una carriera splendida e potrà aiutarmi molto”

Quale è il tuo pregio migliore e su cosa invece devi migliorare?

“Il mio punto forte e l’aspetto mentale, ho grande concentrazione. Dal punto di vista tecnico sono qua per imparare e lo farò per tutta la mia carriera”

Su quali aspetti lavorerai? Pronto per la gara di domani?

“La preparazione per la partita di domani è stata intensa. Settimana di grande allenamento, sono pronto per domani. Ci sono varie differenze tra la scuola francese e quella italiana, ma sono ben disposto a lavorare e imparare”

Come ricordi i primi contatti con il Milan?

“È stata una grave emozione essere contattato da Maldini e Massara. Ho comunicato loro di essere pronto ad affrontare questa avventura con il Milan”

Come può aiutarti la Serie A a migliorarti? È il campionato migliore per la crescita di un portiere?

“Come ho detto il Milan mi aiuterà moltissimo così come io aiuterò il club. La Serie A ha grandi professionisti e sicuramente mi ha aiuterà a crescere nel mio percorso professionale”

Quanto è importante trovare compagni che parlino francese nella vita di tutti i giorni per ambientarti meglio?

“Si certo è un ottima cosa soprattutto all’inizio ma siamo in Italia e io mi impegnerò da subito a imparare la vostra lingua”

Ci racconti come è andata la trattativa che ti ha portato al Milan?

“Donnarumma ha fatto la sua storia qui ed era giusto capire come poteva concludersi la trattativa con lui ma alla fine ho firmato e sono qua”

Quanto è importante saper impostare il gioco per un portiere? Come è cambiato questo ruolo?

“Sicuramente il calcio è cambiato, si è evoluto ma forse il ruolo del portiere è rimasto classico. Il portiere può contribuire al gioco ma il compito principale è difendere la porta”

In cosa puoi migliorare soprattutto con Nelson Dida al tuo fianco?

“Sono qui per crescere in tutti gli aspetti e sicuramente Nelson saprà vedere dove devo migliorare maggiormente”

Tornando alla trattativa, c’è stato l’interessamento di altre squadre?

“Sono stato contattato anche dalla Roma ma la trattativa era iniziata con il Milan ed è finita con il Milan”

Si può ripetere l’impresa che hai vissuto con il Lille qui a Milano?

“Perché no? Siamo tutti qui per vincere. Sarà poi la stagione a dirci come proseguiranno le cose. Ci vorrà molta concentrazione e motivazione”

Hai trovato analogie tra Galtier e Pioli?

“Per me è difficile fare un confronto ma sono entrambi due grandi professionisti che fanno lavorare bene la squadra e danno grandi motivazioni”

Ascolta QUI il podcast di approfondimento tecnico su Maignan, analizzato da un esperto.

Rileggi QUI le parole di Davide Calabria al CdS.

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live