Thiaw: “Penso di essere un giocatore forte, voglio convincere Pioli sul campo ad inserirmi in lista Champions”

0 cuori rossoneri

Il profilo di Malick Thiaw è piaciuto alla dirigenza rossonera fin dallo scorso mercato di gennaio. Alla fine il Milan è riuscito ad accaparrarsi a titolo definitivo le prestazioni del giovane difensore, per una cifra intorno ai 5 milioni di euro più 2 di bonus, secondo Gianluca Di Marzio. Thiaw arriva a rinforzare il reparto con Tomori, Kalulu, Kjaer e Gabbia. Nella giornata di oggi si terrà la conferenza stampa di presentazione del classe 2001, segui con noi la diretta scritta.

– Leggi QUI la possibile data del rientro di Krunic –

 

Sul Milan: “Ho iniziato a giocare fin da molto piccolo, il calcio è nato come una passione prima di una professione. Essere qui mi rende felice, onorato e orgoglioso”

Sugli obiettivi personali: “Mi pongo sembre obiettivi, sono ambizioso. Essere in un club così è già un gran risultato, ma io voglio continuare a crescere. Imparare sul campo, la lingua, la cultura. Voglio giocare il più possibile”

Sulle caratteristiche: “Penso di essere un giocatore forte. So muovere la palla, ho buona velocità e un fisico che mi aiuta. Sono bravo nei contrasti e nel gioco aereo”

Su Paolo Maldini: “È un grande emblema. Il Milan ha sempre avuto ottimi difensori come Maldini e Nesta. Seguivo però anche giocatori come Ronaldinho e Kakà. Negli ultimi anni ho seguito di più la Serie A, è un campionato che ho iniziato a conoscere”

Sulla responsabilità di essere stato acquistato a titolo definitivo: “Voglio ringraziare per l’investimento fatto per me e per il contratto di 5 anni. È solo l’inizio, io devo dimostrare in ogni partita e ogni allenamento di valere questo sforzo. So che dipende solo da me”

Sul rapporto con i compagni: “Tutta la squadra mi ha accolto molto bene. Io non parlo italiano, ma lo imparerò. Alla fine con il mio inglese riesco a comunicare abbastanza”

Sugli allenamenti con Stefano Pioli: “Per me è tutto nuovo. Facciamo sempre allenamenti molto intensi, non lunghissimi, e con motla tattica. La tattica che usiamo qui è molto diversa da quella che avevamo in Germania. Penso di aver già imparato molto, è una grande opportunità di crescita”

Sul mancato inserimento nella lista Champions: “Non basterà trovare solo un motivo per farmi inserire in futuro, servirà il pacchetto completo. Dovrò mettere in mostra aggressività, forza. Dovrò mettermi a servizio della squadra, così da convincere Pioli ad inserirmi in lista magari già da gennaio”

Sul lungo interessamento del Milan: “Per me è una bella conferma. C’erano già stati degli incontri in inverno. Vedo questo interesse come un’ulteriore conferma delle mie prestazioni in campo di questo periodo e del mio impegno in allenamento”

Sul derby, San Siro e i tifosi: “Sicuramente ho debuttato, tra virgolette, a San Siro contro l’avversario peggiore. È stata un’esperienza davvero enorme per me. Non vedo l’ora di tornare a giocare. Prendo anche come buon auspicio la bellissima prestazione del derby”

Sulla pronuncia: “Si pronuncia come ciao in italiano. I miei compagni mi chiamano per nome, quindi questo problema con il cognome non c’è”

 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

Photocredit: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live