Pioli in conferenza: “Domani l’undici migliore: Origi o Giroud, De Ketelaere pronto”

0 cuori rossoneri

Alla vigilia di Milan-Bologna, segui con Radio Rossonera la conferenza stampa live di Stefano Pioli.

 

Sulla prestazione contro l’Atalanta rispetto allo scorso anno:

“A me interessa la mentalità della squadra, sono contento della prestazione ma non di non aver vinto, quello che contava di più. Dobbiamo mettere in campo quello che ci è mancato. Domani avremo l’ultimo avversario che ci ha tolto la vittoria lo scorso anno.”

Sull’inizio di Bennacer:

“Non avevo dubbi, è stato motivato e concentrato nella maniera giusta. Ha lavorato bene e sta mettendo sul campo le qualità di un centrocampista completo.”

Su Leao ed il Chelsea:

“Leao deve pensare di poter migliorare. Non alleno giocatori con l’idea di perderli, i suoi atteggiamenti vanno da tutta altra parte.”

LEGGI QUI– CASSANO: “ALLEGRI? UN PRESUNTUOSO, IO LO AVREI RIBALTATO DOPO QUELLO CHE HA DETTO”

Sul debutto di De Ketelaere:

“Ha un grande potenziale, gli va dato un pochino di tempo ed è molto intelligente, capisce già molto meglio la lingua. Mi darà soddisfazioni e lo vedo più pronto.”

Sul girone di Champions:

“La prima fascia ci dà soluzioni diverse chiaramente rispetto allo scorso anno. La Champions pretende prestazioni di alto livello: che tu sia al massimo. Se riusciremo ad avere quel livello senza sottovalutare nessuno, ad esempio anche il Real perse in casa con lo Sheriff l’anno scorso, una partita alla volta, affronteremo questa Champions con la speranza di dimostrare quello che abbiamo imparato nella scorsa edizione.”

Sui gol subiti contro l’Atalanta:

“Impossibile non concedere nulla contro un avversario, ma dovevamo fare almeno più di un gol contro l’Atalanta: più comunicazione e precisione serviva.”

Sulla pancia piena o presunzione da scudetto:

“No, mi piace l’atteggiamento dei miei, non siamo stati superficiali ma generosi e volenterosi. Vedo quella voglia, abbiamo scritto una pagina di importanza e vogliamo aprirne altre.”

Sul centrocampo debole secondo alcuni giornali:

“Non è vero, spesso loro hanno inseguito Tonali. Per Kessié vi dico che chiedevate lo scorso anno perché giocasse ed ora tutti lo rimpiangiamo.”

Sulle marcature triplicate contro Leao ed i falli subiti:

“Penso sia una situazione normale subire raddoppi e dobbiamo essere molto bravi a sfruttare questi movimenti avversari. Sulla violenza c’era un fallo dove non bastava il giallo ed il Var doveva intervenire.”

Sull’assenza di Adli dopo il precampionato e sulla mediana:

“Siamo contenti per la nascita del figlio, ieri non c’era ma stamattina era con noi. Verrà il suo momento e mi piace molto, lo vedo più mezzala a 3 che mediano oggi.”

Su un cambio di modulo:

“Possibile, i giocatori devono trovare nuove soluzioni. Togliere 3 trequartisti potrebbe essere complicato ma valuteremo partita dopo partita. Voi vedete due mediani ma hanno compiti diversi, Pobega si inserisce bene invece e lo sfrutteremo così. Dobbiamo essere fluidi e dinamici.”

Leao disturbato dai rumors:

“A me non sembra. Non lo vedo preoccupato o nervoso. Contro l’Udinese forse non era al meglio o non ha trovato la posizione. Lui sa di dover sempre salire di livello e lo sta facendo.”

Su Giroud e Origi:

“Sì, domani uno dei due sarà titolare, possono anche giocare insieme. Giocheremo 7 partite in 21 giorni. Dovranno essere tutti pronti e cominceremo a spingere.”

Sulla crescita in difesa di Theo Hernandez:

“Il lavoro viene fatto per migliorare sui limiti dei giocatori. Siamo al loro servizio con la loro disponibilità ed il loro talento. Dietro è difficile trovarlo non posizionato o saltarlo. Sta diventando un giocatore veramente top. Ha ancora margini, poi.”

Su Kjaer:

“Mi ha dato sensazioni molto positive. Lui è un titolare del Milan come Tomori e Kalulu e Gabbia anche è affidabile. Il suo recupero è un aspetto molto importante.”

Sui centrocampisti alternativi:

“Pobega c’è, Bakayoko sta recuperando dopo qualche problemino.”

Sulle rotazioni:

“Le rotazioni ci saranno per migliorare la squadra ed il suo rendimento.”

Sugli obiettivi di mercato:

“A livello numerico siamo completi, inseriremo giocatori solo per migliorare l’organico.”

Sul mercato europeo ed il Milan:

“Vogliamo accelerare la nostra crescita. Le inglesi buttano soldi che noi non possiamo ipotizzare. Possiamo fare cose importanti con i nostri giocatori, vorremmo dimostrarlo nel girone di Champions.”

Sulla ferocia negli ultimi metri:

“Tutti i giorni Rafa si allena su questo ad esempio, i nostri allenamenti puntellano anche la concretezza. Rafa arriverà a migliorarsi.”

Sulla valutazione dei giocatori:

“Sono d’accordo con Sarri. Domani è la partita più importante e schiererò la formazione migliore. Sarà una sfida importante e l’obiettivo è migliorare sbagliando il meno possibile. Se tutti i giocatori sono pronti anche per me sarà difficile sbagliare.”

Sulle squadre di vertice degli altri campionati:

“Possiamo alzare il livello, certamente. Vogliamo misurarci convinti e con entusiasmo. Dimostreremo che abbiamo le qualità giuste per l’Europa, poi da qui a dire che vinceremo la Champions ci passa.”

Sugli spazi di domani:

“Va sempre bene muovere la palla veloce, dobbiamo essere più lucidi a cercare lucidità più avanti ma siamo bravi a trovare la profondità.”

Sul cambiamento delle posizioni:

“Certamente sarà diverso dalle gare contro Atalanta e Sassuolo, domani.”

 

 

 

 

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Photocredit: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live