Bologna-Milan

Bologna-Milan, Pioli: “Out Kessié, Rebic e Pellegri. E sulle 100 panchine…”

0 cuori rossoneri

Bologna-Milan – Stefano Pioli ha parlato alla vigilia della sfida di Bologna-Milan di domani. Di seguito riportate le sue parole:

Avete parlato dopo la sconfitta di Porto?

Sono state 48 ore abituali, valutate le cose negative e poi siamo andati sul campo per lavorare e migliorare. Grande concentrazione per la partita di domani. Partita difficile contro un avversario che sta bene fisicamente e in campo.

Domani Ibra titolare?

Ibra ha bisogno di giocare e allenarsi, ha iniziato giovedì scorso. Il minutaglie sarà in crescendo ma devo ancora decidere chi partirà tra lui e Giroud.

È un periodo difficile ma siete ancora secondi. Sono segnali?

Non è un periodo difficile, è un periodo che può capitare. Io ho la fortuna di avere un organico forte e completo. Sicuramente siamo pronti per fare bene anche domani.

Qual è la condizione di chi era out?

Rispetto alla partita di Porto recuperiamo Conti e Castillejo. Kessié ha avuto l’influenza e non è utilizzabile. Rebic ha ancora dolore.

Sensazioni della sua 100esima panchina?

Sono concentrato su domani, non sapevo di questo traguardo. È bello essere qui e mi sento bene con tutti. Dobbiamo pensare al presente e non al futuro. Ora dobbiamo pensare al campionato e approfittare delle partite. La continuità deve essere il nostro punto di forza.

Tra le due precedenti di Champions e la partita del Porto c’è stato un ritmo inferiore. I giocatori hanno capito?

Si, siamo consapevoli che su due situazioni abbiamo sviluppato una partita mediocre. Sulla gestione della palla e sulla compattezza della squadra in fase difensiva. Riguardare e lavorare ci è servito e dobbiamo essere a posto per domani sera. Avremo recuperato le energie.

Una corrente di pensiero sostiene che il Milan dovrebbe scansarsi in Champions. La pensa così?

Non è il nostro modo di pensare e non deve essere la nostra mentalità. È sempre meglio intraprendere un viaggio impossibile piuttosto che non partire proprio.

Castillejo ha vissuto una bella settimana. Può essere titolare?

L’ho visto bene ma ho visto bene tutti i miei giocatori. Samu è tra i disponibili e tra i candidati per giocare. Le scelte le farò domani mattina.

Tomori può riposare domani?

Ci sono tutte le possibilità. Siamo tutti disponibili, poi vedremo. Ho tante alternative anche tra i difensori centrali.

A proposito delle 100 panchine: qual’è stato il miglior momento?

L’esordio a San Siro è stata un’emozione molto forte. Poi mi piace pensare che quelle più importanti debbano ancora venire.

Vista l’assenza di Diaz pensa alle due punte? Come sta Pellegri?

Non credo che la condizione attuale dei due ci permette di partire con entrambi in campo. Pellegri ha avuto un’infiammazione e non sarà disponibile domani.

Domani dietro la punta rivedremo Maldini anche se ha fatto male contro il Verona?

Il primo tempo col Verona è stato difficile per tutti. Daniel è un giocatore forte e che sta crescendo.

La ingolosisce la possibilità di essere primo domenica sera? Come sta Calabria?

Noi non dobbiamo guardare gli altri calendari. Importante sarà la prestazione e cercare di vincere. Calabria e forte e se sta bene gioca. Se possibile lo tengo a destra.

Anno scorso a Bologna Leao dietro a Ibra. Può essere una soluzione?

No, non essendoci Rebic penso che Rafa sarà in campo ma non dietro la punta.

Dopo la Champions si è sempre comportato bene. Sarà ancora così?

Il Milan da inizio stagione si è sempre comportato bene tranne a Porto.

Che tipo di Bologna si aspetta?

Con la Lazio ha vinto aspettando gli avversari, ripartendo molto veloce. Conosco bene Mihajlovic e la sua volontà di andare a prendere gli avversari. Dovremo muovere la palla molto velocemente ed essere bravi a farli muovere.

Dopo il Porto si può crescere nonostante la brutta partita?

È l mio pensiero. La squadra è sempre stata brava a imparare dai propri errori. Sappiamo cosa possiamo fare e domani è un’altra opportunità. Il Bologna è una buonissima squadra.

photocredits: AC Milan

Leggi QUI l’analisi dei talenti portoghesi accostati al Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live