Condò: “Il Milan è distratto e ansionso come lo scorso anno! E su Ibrahimovic…”

DiDavide Giovanzana

Feb 21, 2022

Paolo Condò fa il classico punto del lunedì sulle colonne de La Repubblica: il tema è ovviamente quello della corsa scudetto.

Il campionato salta in aria senza preavviso in un turno che pareva una tappa di trasferimento, di quelle pianeggianti per velocisti, niente scontri diretti, unica asperità il derby di Torino ma distante dal traguardo, ovvero la testa della classifica.

Salta in aria cancellando molte certezza: la squadra più forte in casa, l’Inter, perde netto a San Siro, mentre due delle squadre più forti in trasferta, Atalanta e Milan, non riescono a vincere contro Fiorentina e soprattutto Salernitana, ultima in classifica.

-Leggi QUI anche “Miccichè (ex presidente Lega): uscivo dalle assemblee col mal di testa!”-

Il Milan di Salerno, distratto e ansioso, si è fatto raggiungere dalla sua ombra, quello della scorsa stagione: 56 punti dopo 26 gare oggi come allora. Non siamo fra i talebani di Ibra, in due anni il lavoro di Pioli ha quasi del tutto affrancato la squadra dalla dipendenza del suo vecchio fuoriclasse. Quasi. La sua freddezza rimane decisiva contro rivali tecnicamente più scarse ma animate da superiore agonismo. A Udine Ibra c’era, e salvò il Milan. A Salerno sarebbe servito.

Condò

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan