Milan, Villas Boas ringrazia Conceicao ma lui non c’è: il punto in casa Porto

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Cosa succede in casa Porto tra Sergio Conceicao e André Villas Boas e perché il Milan è interessato? Il punto della situazione dopo la presentazione del nuovo presidente

In mattinata è avvenuta la presentazione di André Villas Boas come nuovo presidente del Porto, riportata in massa da tutti i media portoghesi e mostrata in diretta sui canali ufficiali del club che, in prima squadra, vede protagonista l’obiettivo del Milan Sergio Conceicao. Il tecnico ha appena rinnovato il suo contratto fino al 2028, ma l’accordo era stato trovato con l’ex numero uno (in carica per 42 anni) Pinto Da Costa. Ecco perché c’è grande attesa per l’incontro tra Conceicao e Villas Boas.

Conceicao assente

Si racconta che tra i due non scorra buon sangue, ed effettivamente le dichiarazioni dell’allenatore hanno lasciato trasparire un po’ di fastidio per questa “conversazione” che li attende. Al momento, comunque, non è ancora chiaro quando precisamente avverrà. Anche perché oggi per un paio ore l’intera società si è dedicata al suo nuovo volto ai vertici societari.

Durante la presentazione di Villas Boas come nuovo presidente del Porto c’è stata grande festa e dimostrazione d’affetto. Tuttavia, il sito del quotidiano O Jogo (così come diversi account Porto-centrici sui social) non cita mai la presenza di Sergio Conceicao che, a differenza degli allenatori delle squadre di hockey, pallamano e basket, risulta assente. Un segnale della poca affinità tra i due? Difficile stabilirlo, ma nel frattempo questa mattina Villas Boas ha cominciato così il suo discorso ufficiale:

“Saluto tutti i membri degli attuali e passati organi direttivi, gli allenatori, i capitani delle squadre, i giocatori, gli atleti, i dipendenti e i collaboratori. Tutti i tesserati, tifosi e sostenitori del nostro amato Porto. Ospiti qui presenti, grazie mille per aver reso questa giornata una giornata storica per il futuro del Porto!”.

Aggiornamento

Secondo A Bola, il tecnico non ha potuto presenziare per via della programmazione dell’allenamento della prima squadra, il cui orario coincideva con la presentazione di Villas Boas.

Ultime news

Notizie correlate