Conceicao Milan, Longari: “C’è un ostacolo alla sua permanenza al Porto”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Proseguono gli aggiornamenti sulla trattativa tra Conceicao e il Milan: secondo Longari c’è un aspetto che lo allontana dal Porto

Da giorni ormai Sergio Conceicao è dato come il favorito per essere l’allenatore del Milan nella prossima stagione. Il tecnico ha rinnovato con il Porto, ma i recenti sviluppi portati dalle elezioni presidenziali potrebbero cambiare qualcosa. Villas-Boas è il nuovo presidente e da quello che filtra il rapporto con Conceicao non è proprio idilliaco. Gianluigi Longari di Sportitalia però sottolinea un altro aspetto: i problemi non sarebbero solo con Villas-Boas.

Un ostacolo per Conceicao

“Non c’è nulla da chiarire. Sono qui da sette anni, ho già rinnovato tre volte, il nostro club in questi sette anni ha avuto tre anni difficili di fair play finanziario e due di pandemia”. In conferenza stampa Conceicao ha dato indicazioni sul suo futuro, intanto il Milan continua a seguirlo con intensità e potrebbe avere un fattore dalla sua parte. Così Longari su X:

Un ostacolo per la permanenza di Sergio Conceicao al Porto è il rapporto con Jorge Costa, prossimo Direttore al fianco di Zubizarreta. I contatti con il Milan portati avanti da Jorge Mendes procedono con forza dalla fine del mese di aprile. Pista sempre molto calda”.

Ultime news

Notizie correlate