Milan, gli esperti si dividono su Colombo: doveva restare?

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Si accende il dibattito su Colombo: il Milan ha fatto male a prestarlo al Monza? Avrebbe fatto comodo in attacco?

La vittoria contro il PSG ce lo conferma una volta: l’unica punta del Milan è Olivier Giroud. Male Jovic, ancora da capire fino in fondo il vero ruolo di Okafor, apparso forse più a suo agio da esterno sinistro. Un numero nove del futuro, intanto, sta brillando a poca distanza da Milano: Lorenzo Colombo si è preso il Monza segnando una doppietta contro il Verona. La domanda appare quindi scontata: alla luce della pochezza offensiva di Luka Jovic, ha fatto bene il Milan a lasciar andare via Colombo? Non avrebbe fatto bene a rimanere alla corte di Pioli per crescere alle spalle di Giroud? La realtà, come spesso succede, è più complessa di quanto ci possa apparire.

“COLOMBO NO, OKAFOR E JOVIC SI’?”: IL GIORNALISTA ATTACCA

Un Milan senza Colombo

La decisione presa in estate dal Milan di dare via in prestito Colombo al Monza è stata commentata da Danilo Caravello, agente e intermediario intervenuto durante TMW News. In generale, la questione posta riguarda il mercato di gennaio del Milan, in cui, probabilmente, un colpo in avanti andrebbe fatto: “C’è chi dice che in assenza del miglior Giroud e del miglior Leao servirebbe anche qualcosa in avanti. Da sostenitore degli italiani dico che avendo un Colombo in casa ci avrei pensato, anche vista la buona stagione che aveva fatto a Lecce”. Sulla scelta del temporaneo addio di Colombo al Milan è in realtà pesata la volontà del giovane attaccante stesso. Dopo una stagione vissuta da protagonista a Lecce, segnando per altro il rigore decisivo per la salvezza dei pugliesi, la volontà di Colombo era giocare. Nulla è più importante per un giovanissimo talento: rimanere in panchina non era una possibilità. Col senno di poi, in ogni caso, probabilmente Colombo avrebbe fatto meglio in questo avvio dell’impalpabile Jovic. La scelta, in ogni caso, è stata fatta sulla base della volontà del ragazzo, da Milanello tengono a specificarlo.

MILAN, MORETTO: “IDEE CHIARE PER COLOMBO! ECCO LA STRATEGIA!”

Trevisani non ci sta

Dalla parola di un esperto a un’altra, in questo caso di Riccardo Trevisani, che ha parlato di ColomboFontana di Trevi. Ha fatto male il Milan a lasciarlo partire? “Direi di no, è giusto che possa giocare e migliorare nel Monza, non avrebbe avuto senso averlo come secondo o terza punta negli schemi di Pioli. Secondo me Colombo, che tra l’altro ha uno dei mancini più delicati del campionato, può e deve provare a segnare almeno più di dieci gol al Monza, per poi magari tornare al Milan l’anno prossimo e perché no, giocarsi il posto per una maglia da titolare”. Con l’elevato costo delle prime punte sul mercato, trovarsi un numero nove già pronto in casa non sarebbe certo male. Ciò che è certo è che il Milan dovrà fare ampie riflessioni in estate sulla questione: Giroud dovrebbe rinnovare, qualora si decidesse di puntare ancora su di lui, Okafor andrebbe sgrezzato (e sarà più chiaro in quale ruolo schierarlo), Jovic probabilmente tornerà al Real. Qualora Colombo dovesse continuare così la sua avventura al Monza, ecco che le sue quotazioni potrebbero aumentare considerevolmente. In questo senso, meglio non ritrovarselo sfiduciato e perplesso, dopo un intero anno di panchine rossonere.

IBRAHIMOVIC – MILAN, PASSERINI: “DEVE DECIDERE LUI! MA PIOLI…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

colombo milan

Ultime news

Notizie correlate