Milan, F. Galli: “Chukwueze, Musah e le fatiche nel turnover di Pioli” (ESCLUSIVA)

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Filippo Galli commenta la gestione di Samuel Chukwueze e Yunus Musah nel Milan di Stefano Pioli

Non solo il giudizio sulla strana situazione attorno al primo contratto di Francesco Camarda, Fiippo Galli ai nostri microfoni ha parlato anche della gestione da parte di Stefano Pioli della prima stagione di Samuel Chukwueze e Yunus Musah al Milan. Di seguito, le sue dichiarazioni al canale Youtube di Radio Rossonera.

Galli si espone

“Sappiamo bene come nel calcio moderno si debba saper leggere le situazioni. Loro devono ancora comprendere meglio lo sviluppo del gioco. Devono arrivare a una maturazione tale che leggano le situazioni in campo e agire poi di conseguenza. Il talento vero è quello in grado di non stupirsi di quel che accade”.

Quella di Chukwueze assomiglia alla gestione di De Ketelaere?

“Non so se siano gestioni simili, dovrei andare a riprendere dei dati e delle situazioni che a mente fredda non mi vengono. Non colgo questo parallelo, per colpa mia. Credo che fare paralleli così sia un po’ inappropriato, ogni calciatore ha la sua storia e la sua traiettoria di carriera, dei momenti in cui sapersi calare in uno o nell’altro contesto… Quante volte i giocatori non hanno performato da noi e poi hanno fatto bene altrove? O anche il contrario.

Non credo Chukwueze non riesca a rendere perché non è stato gestito bene, in questo momento sta faticando di suo. Poi quando tutto gira è più facile inserirsi. Turnover non si può utilizzare come parola, ma fare pochi cambi da una partita all’altra può aiutare quelli che entrano. Quando diventa massiccio questi ragazzi possono fare fatica”.

Ultime news

Notizie correlate