Milan, Chukwueze: “Io, qui grazie ai tifosi! I racconti di Osimhen e… Quel gol di Kakà”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Samuel Chukwueze è un nuovo giocatore del Milan: le prime parole dell’attaccante nigeriano rilasciate a MilanTV

Samuel Chukwueze è un nuovo giocatore del Milan. Dopo una lunga trattativa con il Villarreal, l’esterno destro nigeriano si è trasferito in Italia a titolo definitivo per un cifra di circa 20 milioni di euro più 8 di bonus. Dopo essere sbarcato a Linate e aver svolto visite mediche ed idoneità sportiva nella giornata di ieri, oggi Chukwueze è andato a Casa Milan per firmare il suo nuovo contratto e poco dopo è arrivato il comunicato ufficiale. Come ormai di consuetudine, il calciatore ha rilasciato le sue prime dichiarazioni ai MilanTV.

Qui grazie ai tifosi

“Quando ho saputo che il Milan voleva acquistarmi ero veramente nervoso. Poi ho visto i tifosi italiani e i fan del Milan che mi mandavano messaggi dicendomi di venire qui… Persone stupende! La mia prima impressione è arrivata dai tifosi. Mi hanno fatto venire qui, il modo in cui mi continuavano a mandare messaggi taggandomi e dicendomi di venire al Milan: è stato veramente ciò che mi ha fatto venire qui. Tutti quelli sul mio Instagram erano fantastici, ma penso lo siano anche tutti i tifosi”.

E il tuo agente, come te l’ha comunicato?

“Quando me l’ha detto pensavo che stesse scherzando, ma quando mi ha inviato la bozza del contratto del Milan mi sono detto ‘Vediamo un po’ com’è’. Non ci ho pensato due o tre volte, ho detto: ‘Ok, credo che dovrò fare questo passo con il Milan’. In sei anni tu continui ad imparare, ogni anno. E credo sia la cosa più importante. In sei anni in Spagna ho imparato così tanto che mi sono abituato al calcio europeo. Fare questo tipo di progressi nella mia carriera penso sia la cosa più importante per me. Adesso non vedo l’ora di giocare qui perché posso crescere ancora di più. Non vedo l’ora di sentire i cori dei tifosi, è quel che sto aspettando di più (ride, ndr)”.

Sul suo compagno di nazionale Victor Osimhen:

“L’ultima volta che ci siamo sentiti mi ha detto: ‘Samuel, il Milan è un bellissimo club, il miglior club. Non esitare a firmare con loro. Hanno delle ottime persone e tifosi stupendi’. Gli ho chiesto di dirmi di più a riguardo, di come ci si sente a giocare contro di loro. Mi ha detto che i tifosi rossoneri sono incredibili, che sono pazzi per il calcio. Nessun problema, gli ho risposto: ‘Spero tu sappia che ti batterò’. E allora mi ha detto che vedremo come andrà (ride, ndr). È veramente un bravo ragazzo. Ha giocato un ruolo importante nel farmi venire al Milan, perché mi ha detto che dovevo venire in Italia.

Sui compagni, ancora in tournée a Los Angeles:

“Non vedo l’ora di incontrarli di persona e di vederli perché penso siano persone fantastiche. Li ho visti giocare e non vedo l’ora di farlo con loro: penso mi potranno migliorare. Vedendoli giocare nelle coppe europee mi hanno fatto un’ottima impressione, possono aiutare la squadra. Acquistarli è stata una cosa importante per il club.

Kakà, Bacca, l’Africa e non solo

Hai qualche idolo che ha giocato al Milan, Chukwueze?

“Quando ero ragazzino, solo Kakà. Il gol che ha segnato contro il Manchester United: quando ha abbassato la testa e i difensori si sono disturbati a vicenda è stato incredibile. Penso che sia lui il mio calciatore rossonero preferito, è fantastico. Era veramente un dio. Quando ho guardato alcuni suoi video su Youtube ho visto tutte le cose pazzesche che ha fatto con la maglia del Milan: è stato un giocatore favoloso. Ho giocato insieme a Bacca, sono venuto qui anche perché lui è stato al Milan e ha giocato al Villarreal. L’ho sentito per chiedergli del club, mi ha detto che è fantastico anche lui. Avevo così tante domande perché amo davvero il Milan e credo sia una squadra stupenda. Anche la storia del club: gliene ho chiesto e mi ha risposto che è fantastica e che sarei dovuto venire qui.

Sulla sua infanzia e le difficoltà del crescere in Africa:

“Quando da piccolo stavo crescendo, era un po’ difficile in Africa. Lì devi lavorare duramente e dare tutto per riuscire a venire in Europa a sviluppare il tuo talento. In Africa devi fare così tanto per diventare chi sei adesso. Sviluppare il talento era veramente difficile. È stato faticoso, ma grazie a Dio è andato tutto bene perché c’erano così tanti ostacoli per riuscire a diventare ciò che sono adesso. Difficoltà in Africa, poi qui in Europa. Non è stato facile, mia mamma non mi permetteva di giocare a calcio. In Africa le mamme non vogliono neanche sentir parlarne! Non ci credono, per loro devi solo studiare. Ma le cose sono cambiate, se Dio decide che questo è il tuo destino, allora è il tuo destino. Le cose cambiano: mia mamma mi ha comprato le prime scarpe e adesso crede nel calcio, ha fiducia nel processo. Prima non ne aveva, adesso sì”.

Sul ruolo:

“Mi piace giocare sulla fascia destra, è la mia posizione preferita. Guardavo Arjen Robben perché è il mio idolo. Lo guardavo così tanto tra video su Youtube e il resto. Un giocatore fantastico. Si accentra, tira, crossa, è veloce. Può dribblare chiunque. Ho sempre amato guardarlo, anche se gli infortuni l’hanno rovinato. Ma ripeto, è un giocatore fantastico”.

Come impiega il suo tempo libero:

“Non mi piace lo stress, mi piace stare da solo. Ma mi piace anche fare nuovi amici, viaggiare… È importante per me visitare altre città e vedere cose nuove. Adoro provare piatti nuovi, mi piace il cibo e assaggiare cose nuove. Spero di riuscire a provare diversi ristoranti italiani e conoscere i loro piatti. A dire il vero sono un ragazzo tranquillo, umile e che lavora tanto: questa è la cosa più importante. Lavoro tanto sul campo quando si tratta di allenarsi, ma mi piace scherzare fuori: è ciò che ti rende un vero uomo”.

Infine, Chukwueze conclude con un saluto ai tifosi del Milan:

“Ciao rossoneri! Non vedo l’ora di vedervi a San Siro, ascoltare i vostri cori e sentirvi cantare il mio nome. Non vedo l’ora di segnare tanti gol a San Siro con la mia nuova maglia rossonera: ci vediamo presto!”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

chukwueze milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate