Milan, presente contro passato: in finale di Coppa d’Africa sarà Chukwueze vs Kessié

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

La Nigeria di Samuel Chukwueze giocherà la finale di Coppa d’Africa contro Frank Kessié: presente contro passato per il Milan

La Nigeria di Samuel Chukwueze si giocherà la finalissima di Coppa d’Africa 2024. La super aquile hanno trionfato in una partita dal finale a dir poco rocambolesco, imponendosi ai calci di rigore e regalandosi la finale. Gli avversari saranno i padroni di casa della Costa d’Avorio. Sarà dunque una sfida tra presente e passato per il Milan, dato che Chukwueze se la vedrà con Frank Kessié in finale di Coppa d’Africa. Ironia della sorte, Chukwueze e Osimhen scenderanno in campo da compagni di squadra in contemporanea alla sfida di Serie A tra i loro due club: Milan e Napoli.

OSIMHEN, IL GIOCATORE PERFETTO SA DI MILAN: “DESTRO DI LEAO, SINISTRO DI CHUKWUEZE”

La partita di Samuel Chukwueze

Samuel Chukwueze ha giocato per una totale di 57 minuti. L’ex Villarreal è subentrato al minuto 63 al posto di Moses Simon. Oltre ai 27 minuti dei regolamentari, vanno poi aggiunti i 30 dei tempi supplementari, dato che la sfida si è decisa solo ai calci di rigore. L’esterno del Milan è entrato in campo con il piglio giusto, calandosi fin da subito dentro la partita. Per lui, alla fine, sono stati ben 32 i palloni toccati. I dati della gara di Chukwueze sono perlopiù positivi. Un solo tiro, terminato alto, ma il 100% dei dribbling riusciti. Bene anche per ciò che concerne i passaggi: 14 passaggi completati su 16 (88% di precisione) e un passaggio chiave. Spiccano anche i 6 duelli vinti su 9 nella prestazione generosa del nigeriano. Il dato negativo riguarda le palle perse, ben 10.

CHUKWUEZE: “MILAN, TI PORTO LA COPPA! VAN BASTEN, KAKA E LA PRESSIONE”

Il rocambolesco finale di Nigeria-Sudafrica

Il finale della sfida tra Nigerie e Sudafrica, semifinale di Coppa d’Africa, potrebbe passare alla storia. I super leoni sono passati in vantaggio al minuto 67 grazie al calcio di rigore realizzato dall’ex Udinese Troost-Ekong. Al minuto 85, poi, la Nigeria è riuscita a realizzare la rete del 2-0 grazie a una ripartenza conclusa nel migliore dei modi da Victor Osimhen. La partita sembrava chiusa con quella rete, ma dopo diversi secondi di attesa, il direttore di gara è stato richiamato alla On-Field Review. Dopo lunga e attenta analisi, l’arbitro ha ravvisato un fallo di un difensore nigeriano a inizio azione, invalidando la rete del bomber del Napoli. Questo fallo è avenuto all’interno dell’area di rigore della Nigeria. L’arbitro dunque non solo ha annullato la rete del 2-0, ma ha concesso il calcio di rigore dell’1-1 al Sudafrica. Dal dischetto Mokoena è stato freddissimo e ha prolungato la sfida ai tempi supplementari. La sfida si è poi chiusa ai calci di rigore, dove i due errori di Makgopa e proprio dello stesso Mokoena sono costati l’eliminazione al Sudafrica.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate