Ceferin affonda la Superlega e minaccia le sostenitrici: le sue parole

DiGiacomo Todisco

Mag 11, 2022

Interviste – Proseguono le tensioni tra la UEFA e le squadre che hanno, in passato, sostenuto la Superlega.

Il progetto, nato e tramontato nel giro di pochi giorni un anno fa, è in particolare ancora supportato da Juventus, Barcellona e Real Madrid. Il presidente del massimo organo calcistico europeo ha parlato oggi in conferenza stampa dal congresso tenuto a Vienna tornando a parlare, ovviamente, della diatriba.

Leggi QUI la dedica di Sinner al Milan

Aleskander Ceferin è stato molto chiaro su possibili nuovi sviluppi del progetto: Per me questo progetto è finito, una volta per tutte o almeno per i prossimi 20 anni. Non so cosa succederà dopo. E comunque, non mi piace chiamarla Superlega, perché questo progetto è tutto tranne che, appunto, una Super Lega”.

Ha poi tenuto a precisare un elemento, “minacciando” le squadre che hanno ancora intenzione di provare a proseguire la creazione della nuova competizione: “Loro credono che abbiamo il monopolio, io però ho detto più volte che nessuno deve per forza giocare nella nostre competizioni. Così come nessuna federazione è costretta a far parte dell’UEFA. Hanno tutto il diritto di creare la propria UEFA, hanno tutto il diritto di giocare la propria competizione. Ma, ovviamente, secondo il nostro regolamento se giochi un’altra competizione non puoi giocare anche nella nostra. E tutto ciò, se permettete, è lontano dall’essere una posizione dominante”.

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan