Ceferin tuona contro il calcio italiano: la dichiarazione

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Alekander Ceferin, presidente della UEFA, è tornato a parlare della vicenda Superlega ai microfoni di Sportske Novosti, un celebre quotidiano sportivo croato.

– Leggi QUI il nuovo possibile format della Supercoppa Italiana –

Le sue parole: “La Superlega è finita. Stanno cercando di soddisfare un po’ di più il loro ego, ma la cosa non potrebbe mai funzionare. Bayern Monaco e PSG troppo dominanti nelle loro nazioni? È vero, quei due campionati non sono molto competitivi, due club dominano da soli la scena. C’è senza dubbio più competizione in Italia, ma finanziariamente sono deboli. La Premier League ha la tradizione più importante, i tifosi sono molto differenti rispetto che in Italia. Quando eravamo in guerra con la Superlega, i tifosi inglesi ci hanno aiutato. Italiani e spagnoli non hanno fatto niente

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate