Ceccarini: “De Ketelaere meritava una seconda chance, il Milan…”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

La mancata seconda chance concessa a De Ketelaere dal Milan continua a far discutere: l’editoriale di Niccolò Ceccarini

Charles De Ketelaere al Milan ha fatto vedere poco, anzi nulla. Il belga non è riuscito a realizzare neanche un gol ed in campo appariva quasi sempre sfiduciato. L’Atalanta ha deciso lo stesso di puntare su di lui e sotto la cura Gasperini sembra rinato. Secondò il direttore di TMW, Niccolò Ceccarini, il Milan avrebbe dovuto concedere a De Ketelaere una seconda chance.

DE KETELAERE: “MILAN? HO DECISO DI ANDARMENE PER DUE MOTIVI”

Onana come Sommer, nuovi nomi alla ribalta

Prima di concentrarsi su De Ketelaere, Ceccarini nel suo editoriale ha fatto un paragone tra Onana e Sommer e ha sottolineato l’exploit di alcuni giocatori in Serie A:

“Siamo solo all’inizio, la stagione è appena cominciata ma già arrivano forti segnali. Il primo riguarda l’Inter, in particolare da Sommer. Il portiere svizzero a San Sebastián ha dimostrato tutto il suo valore. È ancora presto per dare un giudizio definitivo ma la sensazione è che abbia tutto per non far rimpiangere Onana. Ha fatto bene l’Inter ad avere pazienza e poi a trovare l’accordo con il Bayern Monaco. Sommer è un numero uno di livello internazionale. La scelta sta pagando sotto tutti i punti di vista, tecnico ed economico. 6 milioni spesi a fronte di una cessione da 55 milioni di euro. Un’ottima operazione, che ha permesso alla squadra di mantenere inalterato il proprio valore in ruolo estremamente delicato. E non era per niente facile perché perdere in un colpo solo Onana e Handanovic poteva rappresentare un grosso problema. Alle luci della ribalta sono saliti anche Gudmundsson e Krstovic. L’islandese è in Italia da gennaio 2022. Da allora è cresciuto molto. La sua qualità principale sono i dribbling. Con Gilardino sta giocando da seconda punta. Il Grifone lo ha acquistato dall’Az Alkmaar per poco più di 1 milione di euro. L’’anno scorso in serie B è stato uno dei punti di riferimento della squadra con 11 gol e 4 assist. Adesso il suo valore è salito molto. Il club rossoblù lo valuta 10 milioni di euro. In estate Sassuolo, Bologna e Fiorentina hanno preso informazioni senza affondare il colpo, da un po’ di tempo a questa parte anche Inter e Napoli lo stanno monitorando. Il Genoa se lo tiene ben stretto ma l’attenzione generale su di lui è sempre più forte. Infine Krstovic. Eccolo qua l’ennesimo colpo di Pantaleo Corvino, che è andato a pescare questo ragazzo nel Dunajska Streda, formazione slovacca. Il ds giallorosso non ci ha pensato due volte e ha piazzato l’assalto vincente. Krstovic tra l’altro nelle ultime due stagioni ha realizzato 37 gol complessivi. Insomma un ottimo biglietto da visita. E il Lecce non si è lasciato sfuggire l’occasione. In queste prime 5 giornate ha già segnato 3 reti. È ancora un po’ presto per dare un giudizio definitivo ma le sue qualità sono sotto gli occhi di tutti. Lecce può essere l’occasione gusta per spiccare definitamente il volo”.

DE KETELAERE-ATALANTA: IL RETROSCENA DELL’ACCORDO

De Ketelaere-Milan: che peccato!

“Per chi è una certezza o lo sarà comunque c’è anche chi sta ritrovando se stesso. È il caso di De Ketelaere, talento dalle qualità indiscutibili, pagato 35 milioni di euro dal Milan un’estate fa e quasi diventato oggetto misterioso nel suo primo anno in Italia. Difficile capire il perché di un’involuzione che ha rischiato di far vacillare le convinzioni sulle sue effettive potenzialità. Il peso della maglia rossonera può aver fatto il resto ma Charles non poteva lasciare il nostro campionato senza una seconda chance. Che è arrivata proprio da un club specializzato per i suoi colpi di mercato e per la valorizzazione dei giocatori. L’Atalanta non ci ha pensato due volte e ha chiuso l’affare con il Milan sulla base di un prestito oneroso a 3 milioni con diritto di riscatto a 23. Gasperini poi ci ha messo del suo e ora De Ketelaere sembra un altro o forse è solo tornato ad essere quello che aveva incantato tutti al Bruges. La partita di Europa League contro il Rakow ne è stata la riprova. Queste prime giornate ci hanno regalato anche altri spunti e già qualche consiglio per gli acquisti futuri”.

GASPERINI: “DE KETELAERE? IL MILAN NON FA CERTI ERRORI…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

de ketelaere Milan

Ultime news

Notizie correlate