Cassano: “Io con Leao e Pulisic? Li farei viaggiare a mille all’ora”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Cassano sognerebbe di giocare in questo Milan, falso 9 ad imbucare Leao e Pulisic: “Le dritte gliele do io”

Tra le squadre attuali del campionato di Serie A, Antonio Cassano sceglierebbe di giocare nel Milan: lui fantasista, pronto ad imbucare Leao e Pulisic. L’ex rossonero ha fatto i complimenti a Pioli per i principi di gioco e l’idea di tornare lo stuzzica parecchio. Cassano toglierebbe il posto a Giroud per fare il regista avanzato: ha già pronte delle indicazioni per Leao e Pulisic.

MILAN, LEAO DIVIDE: BOTTA E RISPOSTA TRA CASSANO E ADANI

Leao e Pulisic serviti da Fantantonio

In occasione del suo format su Instagram, “Habla con Antonio”, Cassano ha scelto il Milan come squadra nella quale vorrebbe scendere in campo.

In quale squadra del campionato italiano ti piacerebbe giocare?

“Probabilmente nel Milan da finto centravanti al posto di Giroud. A Pulisic e Leao direi di buttarsi a mille all’ora, Leao vuole sempre la palla sui piedi e Pulisic di là è intelligente. Con una mezza punta che può giocare dietro, verrei fuori al posto di Giroud per imbucare i due esterni. Come ho fatto per un periodo a Parma o all’inizio con la Roma. Giocavo da finto centravanti e avevo Candela da un lato e Cafù dall’altro. Mi sarebbe piaciuto giocare in questo Milan perché è una squadra di passo e di movimento. Pioli è una persona per bene, ti parla bene e in campo ti fa fare, tra virgolette, quello che vuoi con delle idee”.

Cassano su Adli e Pioli

Cassano alla Bobo Tv ha detto la sua sulle critiche a Pioli, nel ragionamento è rientrato anche l’utilizzo di Adli.

“E’ la cosa peggiore di questo mondo, e Pioli l’ha puntualizzato dicendo che (Adli, ndr) ha avuto poche occasioni ma che lui sapeva che sarebbe arrivata l’occasione giusta e l’ha sfruttata alla grande… e cosa vanno a vedere? Ha perso la palla, poteva fare questo, quello… ma non rompete i cog***ni! Ha cambiato mezza squadra ed è primo in classifica, e questo dovrebbe chiedere scusa… Okafor dentro, gol. Adli, bene. Loftus-Cheek non ha sbagliato una partita, Pulisic non giocava. Questa persona continua a lavorare divinamente da quattro anni e non gli si danno meriti, invece ai falliti bolliti gli vanno dietro. Pioli è un vero allenatore di calcio, non uno che fa il cinema, come fa qualche altro tecnico della Serie A. Stefano a livello comunicativo è eccezionale, perché parla di calcio. Inoltre stiamo parlando anche una persona umile e per bene. A tutto questo si aggiungono anche i risultati raggiunti nelle ultime stagioni. Per questo motivo, a mio modo di vedere, dopo l’addio di Spalletti al Napoli, che era un genio, in questo momento Pioli è il miglior allenatore della Serie A”.

CASSANO SBOTTA: “PIOLI OUT? VERGONATEVI, FALLITI!”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

cassano leao pulisic

Ultime news

Notizie correlate