Vieri: “Leao fa impazzire”, Cassano non ci sta: il paragone con Rui Costa

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Cassano insiste con le critiche a Leao, Vieri lo difende: “I fantasisti sono così!”

In una nuova puntata della Bobo TV, un vecchio tema ricorrente: la decisività e il livello di Leao secondo Christian Vieri e Antonio Cassano. Due visioni decisamente opposte quelle espresse ieri sera su Twitch commentando Milan-Lazio. Prima Vieri elogia il portoghese, poi la risposta dell’amico. Di seguito, il confronto tra l’ex bomber e Cassano su Leao.

ADANI: “PIOLI IL PIU’ SOTTOVALUTATO IN A, GLI ALTRI IN MALAFEDE!”

Gli altri bravi, ma lui…

Vieri: “Io ho visto un po’ di partita: tutti i giocatori che dicevi, Antonio, sono tutti bravi. Tutti buoni giocatori, ma ce n’è uno che è devastante, che è Leao: vince le partite da solo. Il Milan ha vinto perché ha fatto le due sgroppate lui. Per me è incontenibile oggi come oggi, ancora più dell’anno scorso perché ora sa di essere forte forte. Ed è devastante. E quindi il Milan ha vinto per merito suo. Sì, Pulisic ha fatto gol con quel mezzo errore del portiere, ma le occasioni le ha create tutte Leao. Oggi come oggi è devastante, un giocatore che cambia la partita in qualsiasi momento, e l’abbiamo visto anche l’altro giorno. Incredibile, Anto, incredibile. Sarà discontinuo, dentro la partita magari lo vedi meno, ma quando ha la palla e gioca è fuori da ogni norma. Lui se sta bene il Milan vince le partite: ecco come la vedo io. Tutti bravi quelli che sono arrivati, ma lui e Theo… Ha fatto fare due gol davanti alla porta. È una buona squadra, ha preso giocatori che hanno giocato meno, ma se il numero 10 quando sta bene ti va vincere le partite”.

Ancora “Bobo”: “Prima delle due volate non ha fatto niente? Questi sono i giocatori così, anche tu non giocavi per un’ora e poi due gol, assist… Tu sai che i fantasisti sono così. Dicevo al bar, che l’anno scorso sono andato a vedere il Milan. Nei primi 20′ urlavano a Leao: ‘Basta, ti devono vendere! Non ti sopporto più’. Dopo 30 secondi, subito: ‘Io ti amo!’. Perché ti fa impazzire, e i giocatori di quel tipo là ti fanno andare fuori di cervello. Non avrà fatto niente, ma con due sgroppate è 2-0. Lui è così, non lo cambieremo”.

VIERI: “GIOCATORI? L’INTER NE HA 6 IN PANCHINA CHE SAREBBERO TITOLARI AL MILAN…”

Cassano ribatte: il confronto Leao-Rui Costa

Cassano: “C’è sempre quel problema, Bobo. In Italia ti bastano due giocate e problema risolto. Ma il campionato italiano è farlocco, ci sono i giocatori che sono poca roba. Se tu mi fai due giocate di quel genere lì col Bayern Monaco, col Barcellona… Finché non vedo 15/20 partite in cui mi fa come faceva Kakà, Ronaldinho, Rui Costa… Con continuità, con difensori forti, fenomenali. In Italia lui si specchia, sorride, poi inciampa… È troppo veloce, è forte fisicamente, ma a me non sposta di un millimetro. Perché dobbiamo analizzare il Milan e lo continuo a dire: non è né carne né pesce perché un giocatore di certo livello va in determinati stadi e fa la differenza”.

Infine, il paragone: “Quante partite ha fatto Rui Costa senza far gol? 50 o una roba del genere. In queste io non me ne ricordo una sottotono. Assist, giocate, continuità, talento impressionante. E parliamo di uno che non faceva gol”.

SHEVCHENKO: “LEAO DEVE CAMBIARE… POCO! PER QUESTO È GENIALE”

 

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

cassano leao

 

Ultime news

Notizie correlate