ESCLUSIVA – Pellegatti: “Domani le alternative devono entrare in campo con l’atteggiamento di quelli che vogliono spaccare il mondo”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Carlo Pellegatti come ogni venerdì pomeriggio è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni nel programma Pelle Rossonera. Pellegatti ha risposto alle domande degli ascoltatori rivolte in particolare alla sfida di Serie A di domani pomeriggio alle 15 allo Stadio “Renato Dall’Ara” di Bologna contro la formazione di Thiago Motta. Focus sul mega turnover deciso da Pioli per la gara con i felsinei in vista del ritorno dei quarti di Champions al “Maradona” contro il Napoli. Inoltre, il giornalista ha parlato della situazione legata al futuro di Brahim Diaz. Qui un estratto delle dichiarazioni di Carlo Pellegatti.

 

ULTIME NOTIZIE MILAN – ORDINE: “MILAN, LA REGOLA DEI TRE TI SORRIDE!”

Carlo Pellegatti ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni in vista di Bologna – Milan in programma domani pomeriggio. Questo il suo commento alle tante novità che Pioli ha intenzione di schierare in campo: “Tutte novità per Bologna. Ha provato con 5 contro l’Empoli, magari ricevendo critiche. Io credo che non andrà male, perché il Milan in semifinale di Champions League è una cosa che mi fa girare la testa. Adesso, ti volti indietro e vedi che non ci sono le grandi d’Europa. Una cosa che ti fa impazzire”.

Pellegatti ha così continuato il suo ragionamento relativo alle alternative che scenderanno in campo domani: “Domani le alternative devono entrare in campo con l’atteggiamento giusto di quelli che vogliono spaccare il mondo, l’atteggiamento giusto di quelli che vogliono aiutare i compagni stanchi andando loro al posto dei compagni stanchi e riconsegnando con il Lecce un Milan sempre la davanti. Una prova di orgoglio per questi giocatori. Se entrassero dentro con la superficialità nel passaggio. Origi è questa cosa qua. Rebic non mi sembra un giocatore superficiale. Vediamo Vranckx e Pobega sono ragazzi seri”.

Un radioascoltatore ha chiesto: meglio 11 riserve concentrate sul Bologna che 11 titolari con la testa a Napoli? Questa la risposta di Carlo Pellegatti: ” “Più che la testa le scorie della fatica mentale e fisica della partita passata con il Napoli. Voglio vedere il Milan dell’impresa. Uscite e fate un’impresa domani. Se domani li vedo molli non farmi più una domanda su Vranckx, De Ketelaere e gli altri”.

 

ULTIME NOTIZIE MILAN – GUARDA QUI LA PUNTATA COMPLETA DI PELLE ROSSONERA 

Pellegatti ha detto chi seconda la sua opinione dovrebbe essere il capitano domani viste le assenze tra i titolari di Calabria e Theo Hernandez, rispettivamente capitano e vicecapitano: “Posso dirti una cosa metto volentieri Rebic”.

Carlo Pellegatti ha poi dato la formazione titolare che Pioli dovrebbe mandare in campo domani a Bologna: “Maignan, un campione d’Europa Florenzi, un capitano dell’Under 21 tedesca Thiaw, un under 21 francese in odore di nazionale Kalulu, a sinistra un nazionale senegalese che è andato al Mondiale noi no Ballo-Tourè, Pobega che quando giocava sempre nel Torino veniva convocato in Nazionale, Vranckx capitano della nazionale belga under 21, un nazionale belga Saelemaekers, un nazionale belga De Ketelaere, un nazionale croato che non va in nazionale che non va solo perché ha rotto con il responsabile della nazionale e Origi fino all’anno scorso al Liverpool e riserva di Lukaku nella nazionale belga”.

Pellegatti ha risposto così a una domanda relativa al futuro di Brahim Diaz: “Su Brahim i casi sono due. Prima cosa: se L’Arsenal ha già chiesto il giocatore al Real Madrid non lo terremo mai, perché l’Arsenal è pronta mettere 30, 35 o 40 milioni e il Madrid non sta li a discutere con noi di 20-25 ed è suo. Fa una plusvalenza intera. Certo volesse tenerlo il Real Madrid. Il problema è che Diaz si è messo in mostra in Europa e quel gesto che ha fatto Diaz è un gesto che farebbe piacere fare a Messi, una cosa che lo hai visto fare a Messi”. Chi può sostituire Brahim Diaz? La risposta di Pellegatti: ” Se io ti dico un giocatore da queste caratteristiche Baldanzi è un punto interrogativo”.

Un ascoltatore di Radio Rossonera ha chiesto a Carlo Pellegatti Brahim Diaz cosa pensa del suo futuro. Questa la risposta del giornalista: “Brahim è molto attento. Non vuole rovinarsi l’ambiente con il Real. Sinceramente lui aspetterà. Se il Milan si presenta con 18 milioni di euro… . “Il Milan lo vorrebbe tenere e lo ha sempre voluto tenere anche con il Diaz prima di questa crescita”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Esclusiva Carlo Pellegatti 1
Photocredits: Radio Rossonera

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate