Carlo Pellegatti: “Il Milan ha due risultati su tre. La Juve no”

Carlo Pellegatti

Carlo Pellegatti, nella trasmissione di Radio Rossonera PelleRossonera, ha espresso il suo pensiero su Liverpool-Milan di mercoledì scorso e sulle probabili di Juventus-Milan:

“Quando il Milan perde il bicchiere non è mai mezzo pieno, anche se è stato un Milan che ha retto sul piano dello spirito e della coesione; ho parlato con un tifoso italiano che segue il Liverpool. Mi ha detto che un tifo così non è una cosa normale; avere 13 coppe dei campioni in campo ha reso ancora più effervescente il clima di Anfield. Il Milan è in quarta fascia come urna, ma è in prima fascia come appeal del pubblico, come attesa, come brand. Rimpianti? L’unico piccolo rimpianto è aver preso il pareggio dopo tre minuti dall’inizio del secondo tempo. L’assenza di Ibrahimovic? Credo che con Ibra avremmo sofferto meno. Certo Rebic ha fatto un lavoro straordinario, ma Ibra è uno che fa salire la squadra, che allenta la pressione. Il concetto è: speriamo che torni presto”.

Carlo Pelegatti torna ancora a parlare di mercato confermando la valutazione ad inizio stagione. “Continuo a dire che il mercato è stato eccellente. Il Milan è nettamente più forte dell’anno scorso, c’è Florenzi a destra, c’è Ballo Tourè a sinistra, Tomori dall’inizio; Tonali che è tuo, Bakayoko. Purtroppo gli infortuni non si diluiscono, ma si concentrano nello stesso periodo. Ci sono delle scommesse affascinanti e Pellegri è una di queste. Mi piace ricordare che da gennaio 2020 il Milan ha disputato 62 partite conquistando 133 punti  con oltre 2 punti di media a partita che significherebbero 81 punti in campionato, una bella media”.

All’orizzonte c’è già la sfida sul campo della Juventus contro una formazione che ha cominciato malissimo il suo campionato. “Firmare per un pareggio? Firmare no, ma un pari andrebbe benissimo. Certo per la Juventus è quasi l’ultima spiaggia perché se le prime vincono rischia di rimanere a -10 dalla vetta. Ecco perchè alla Juve il pari non servirebbe a nulla, mentre per il Milan sarebbe un ottimo risultato. La Juventus più aggressiva non potrebbe avvicinarsi neanche lontanamente alla velocità del Liverpool. La formazione che giocherà all’Allianz Stadium? Sicuramente ci sarà qualche novità rispetto a mercoledì. Intanto il rientro di Tonali al posto di Bennacer; poi Giroud al centro dell’attacco supportato da Leao, Diaz e Saelemaekers. Credo che a Torino Rebic partirà dalla panchina per tirare il fiato dopo due partite molto dispendiose. In difesa credo che giocherà ancora Kjaer, ma se giocasse Romagnoli sarei altrettanto tranquillo”.

Riguarda QUI la puntata di PelleRossonera con Carlo Pellegatti

photocredits dazn.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.