Carlo Pellegatti: “Deschamps ha premiato la maturità di Theo”