Hernandez-Theo

Carlo Pellegatti, nella trasmissione di Radio Rossonera PelleRossonera, ha analizzato i temi caldi della settimana dedicata alla fase finale della Nations League. E’ stata, intanto, l’occasione per fare il bilancio di questa prima parte della stagione.

“Abbiamo mantenuto un cammino costante contraddistinto da bel gioco e rendimento da applausi. Ora dobbiamo continuare su questa strada. Capitolo rinnovi. Dopo il gol di Theo con la maglia della Francia molti mi hanno chiesto la situazione del rinnovo di Hernandez che ha il contratto in scadenza nel 2024.  Non voglio insegnare niente ai dirigenti del Milan. Sembra sciocco andare da Theo oggi, però dobbiamo evitare che il suo procuratore cominci guardarsi in giro. Deschamps ha premiato la maturità di Theo. Ecco perchè lo ha convocato.

La situazione di Kessie? Mi dicono che vorrebbe 8,5 milioni per cinque anni. Un investimento davvero importante. Credo che in quel ruolo un giocatore con rendimento anche leggermente inferiore a quello di Kessie lo trovi alla metà. Per il momento hanno chiuso i rinnovi di Calabria, Colombo e Maldini.

La buona notizia di questa settimana è questa pseudo apertura di Romagnoli. Mi ero rassegnato a perdere il difensore che ora sembra aver detto di voler continuare in rossonero. Ora bisogna vedere i rapporti tra il Milan e Raiola dopo le dichiarazioni del procuratore. I giocatori sanno che sono fondamentali per il Milan, ma sanno anche che il Milan sa come sostituirli. Se non vogliono rimanere, il Milan non si fascia la testa. Non dimentichiamo che a giugno avremo Adli e Favre di cui mi parlano benissimo.

Gli equilibri dopo il rientro di Ibra e Giroud? Credo che il Milan abbia bisogno di una prima punta. Rebic si sta sacrificando, ma non può essere sempre così. Speriamo che presto Ibra e giroud possano giocare 90 minuti. Con il Verona Giroud ci sarà sicuramente, Ibra vedremo nei prossimi giorni.

Il giocatore che è migliorato di più in questa stagione è sicuramente Sandro Tonali. Chi avrà il prossimo scatto di crescita? Io dico Leao. E’ sulla strada giusta per diventare un fuoriclasse.  D’altronde nella scorsa estate è stato il giocatore più richiesta anche da gandi club europei.

Pellegatti ha parlato anche di mercato. Belotti? Potrebbe essere il post Vlaovic alla Fiorentina. Al Milan servono attaccanti che facciano fare il salto di qualità in campo europeo. Scambio Theo-Vlahovic? Per Vlahovic un pensiero lo farei. Per la prossima stagione punterei su di lui, credo che sia il sostituto naturale di Ibra.

Certo se Giroud sarà quello pre-covid e Ibra tornerà al meglio della condizione potremmo dimenticare almeno fino  a giugno quello che sembra un problema.

I fischi a Donnarumma? Mi sembra che Donnarumma stia sbagliando sul piano mediatico. Ora mi auguro di concentrarci solo sul Milan. Anzi spero con tutto il cuore di affrontare il Psg, perché significherebbe superare il turno di Champions.

Leggi QUI Vlahovic-Milan: prendere o lasciare?

Guarda QUI la puntata di Pelle Rossonera

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.