Cardinale si proietta al futuro: “Mi sento proprietario e custode del club”