il 02/11/2023 alle 21:54

Cardinale valuta la cessione del Tolosa: il motivo riguarda il Milan

0 cuori rossoneri

Il numero 1 di Redbird Gerry Cardinale, proprietario del Milan, valuta la cessione della sua altra società calcistica: il Tolosa

Il Milan negli ultimi anni ha cambiato percorso. Dopo la miriade di successi sotto la presidenza di Silvio Berlusconi, i rossoneri hanno attraversato momenti di crisi sia economica che finanziaria. Negli ultimi anni, però, sono subentrati gli americani alla guida della società di via Aldo Rossi, portando il loro modo di vivere lo sport, tipico degli USA. L’entità del cambio di rotta non si era percepita fino a questa estate, dove il Milan è stato protagonista di una vera e propria rivoluzione. Fuori Maldini e Massara, ceduto Tonali. Cambiamento di pelle per i rossoneri, che hanno cambiato sia in dirigenza che in campo, dove sono arrivati 10 volti nuovi. Gerry Cardinale ha dimostrato di avere nel Milan il suo principale investimento, quantomeno per ciò che concerne il calcio. E le sue azioni future sembrerebbero avvalorare ulteriormente questa tesi.

Cardinale Milan

CARDINALE: “MILAN, TI RIPORTERÒ AI FASTI DI BERLUSCONI!” IBRAHIMOVIC, LO STADIO E UNA FRECCIATINA ALLA LEGA

Cessione del Tolosa per evitare conflitti con il Milan

Gerry Cardinale sta valutando di cedere il capitale azionario del Tolosa. Il presidente del fondo di investimento RedBird Capital Partners, patron del Milan, sta considerando l’idea di vendere l’altra società calcistica di cui è proprietario. Il Tolosa milita attualmente a metà classifica in Ligue 1, ma i motivi della possibile cessione non riguardano il rendimento in campo del club francese. La doppia proprietà di Cardinale ha già creato alcuni problemi qualche mese fa. Per evitare possibili conflitti di interessi in futuro, il patron americano sta concretamente valutando la fattibilità di una cessione della società francese. Questo porterebbe a evitare che in futuro possano ripetersi situazioni complesse e potenzialmente spiacevoli come quella che si è posta la scorsa estate. A riportarlo è Bloomberg.

INNOVAZIONE, MODA, VALORI: MILAN, ECCO I PRIMI 500 GIORNI DI CARDINALE

Il precedente

Le buone stagioni disputate lo scorso anno da Milan e Tolosa, capaci di guadagnarsi rispettivamente Champions ed Europa League, hanno posto una questione. “Nessuna persona fisica o giuridica può avere il controllo o esercitare influenza su più di un club che partecipano alle competizioni UEFA per club“: così dice il regolamento UEFA, nel suo articolo 5. Alla luce di ciò si era diffusa la paura che una tra il Milan e il Tolosa avrebbe dovuto rimanere fuori dall’Europa l’anno successivo, essendo entrambe sotto il controllo di RedBird, e quindi di Gerry Cardinale. Alla fine, la UEFA ha accettato alcuni cambiamenti intervenuti negli organigrammi dei due club e ha consentito la partecipazione ad entrambi i club, ponendo però alcune condizioni. Milan e Tolosa hanno accettato di non trasferirsi tra loro giocatori, a titolo definitivo o in prestito, fino a settembre 2024, di non stipulare accordi tecnici o commerciali congiunti e di non utilizzare scouting congiunto o database dei giocatori. La possibile cessione del tolosa da parte di Cardinale e del fondo RedBird potrebbe proprio essere legata a questo precedente. Perdendo una delle due proprietà, infatti, il Milan non correrebbe più alcun rischio di questo genere.

CARDINALE: “NON SOLO ANALISI DEI DATI! COSI’ APPLICO LE MIE COMPETENZE AL CALCIO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Cardinale Milan

NOTIZIE MILAN