“Ragazzi, dimostrazione al mondo!”: Cardinale elogia Milan e tifosi

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

I complimenti di Cardinale al “suo” Milan dopo la vittoria con il Psg. Al centro della lettera ci sono anche i tifosi

Il Milan batte il Paris Saint Germain, contro ogni pronostico e ogni crisi. Gli umori neri attorno a Milanello sembrano lentamente disciogliersi, gli animi calmarsi. Il primo a recapitare i suoi complimenti alla squadra è stato, ovviamente, Gerry Cardinale. Il patron rossonero si è complimentato con i suoi giocatori, reduci forse dalla miglior prestazione stagionale, e con i tifosi. Sono stati proprio quest’ultimi, infatti, a rendere San Siro una vera e propria bolgia (e sicuramente Donnarumma se n’è accorto).

MILAN, PATTO IBRAHIMOVIC-CARDINALE: DEFINITO IL RUOLO, E ADESSO?

Cardinale, solo complimenti per il Milan

Il messaggio di Cardinale rivolto a tutto l’ambiente Milan è stato riportato questa mattina dalla Gazzetta dello Sport. Dopo l’esaltante vittoria con il PSG, infatti, l’incitamento “dall’alto” era d’obbligo: “I nostri ragazzi si sono presentati per vincere e hanno dimostrato all’Europa e al Mondo di essere capaci di esprimersi ai massimi livelli sulla scena internazionale“. Un’autentica prova di forza in mondovisione, per un Milan che, per tornare grande, deve necessariamente passare dalle grandi vittorie sui palcoscenici europei. Vincere così, poi, fa bene sia al morale che alla classifica, senza dimenticarsi il portafoglio (e certamente Cardinale è l’ultimo a scordarselo). Nella lettera dell’americano c’è anche spazio per i tifosi: “Sono felice per la squadra e per i nostri tifosi che hanno giocato un ruolo importante come dodicesimo uomo in campo in questa grande vittoria. Molto orgoglioso di tutto ciò che mostra il meglio del Milan“. Tra coreografia, lancio di banconote, incitamento continuo, il pubblico rossonero di San Siro si è nettamente distinto come uno dei più “caldi” d’Europa. Senza dubbio.

CARDINALE: “MILAN, TI RIPORTERÒ AI FASTI DI BERLUSCONI!” IBRAHIMOVIC, LO STADIO E UNA FRECCIATINA ALLA LEGA

E ora arriva Ibra?

Non solo impegni “sul campo” per Gerry Cardinale. Il patron rossonero, a lungo ripreso nei festeggiamenti in tribuna al triplice fischio, si è potuto distrarre dai suoi impegni dirigenziali solo per qualche ora. Novità interessanti, infatti, stanno per interessare tutto il mondo Milan. Il ritorno di Ibrahimovic sembra essere più vicino che mai e il ritorno di Cardinale a Milano in questi giorni è sicuramente avvenuto anche per parlare faccia a faccia con l’ex fuoriclasse svedese. Dalle ultime notizie emerge il mancato inserimento nel quadro dirigenziale del Milan per Ibra, che dovrebbe invece entrare in società come consulente esterno. Non solo per il Milan, tra l’altro: il suo compito dovrebbe estendersi a tutto il fondo Red Bird. Che sia bastata la presenza di Ibrahimovic a riportare l’entusiasmo necessario per vincere una partita tanto importante? Lasciando stare le coincidenze, certamente il ritorno di Ibrahimovic rappresenta un interessante nuovo tassello nell’organigramma rossonero. Con la posizione di Pioli leggermente rinforzata dopo la vittoria di martedì sera, Cardinale sembra comunque intenzionato a reintrodurre una figura di campo come Zlatan Ibrahimovic. Un nuovo “vecchio” Milan sembra lentamente riprendere forma, e la stagione è appena iniziata.

IBRAHIMOVIC – MILAN, PASSERINI: “DEVE DECIDERE LUI! MA PIOLI…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

cardinale milan

Ultime news

Notizie correlate