Milan-Roma, Cardinale al Melià con la squadra: aveva detto il contrario

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Gerry Cardinale raggiunge la squadra al Melià prima di Milan-Roma: le ultime dichiarazioni facevano pensare ad altro

Sorpresa all’Hotel Melià: Gerry Cardinale, n1 del fondo RedBird proprietario del club, ha fatto visita alla squadra prima della sfida tra Milan e Roma di Europa League di questa sera. L’americano, come riportato da MN, è arrivato al classico albergo punto di ritrovo del club da ormai anni prima delle partite… in compagnia. Questa sera, Cardinale sarà a San Siro per Milan-Roma, anche se la visita a Milano ha altri 3 importanti obiettivi.

Cardinale al Melià

Insieme a Cardinale c’erano Giorgio Furlani, AD del club rossonero, e Jack Markell, Ambasciatore USA in Italia. La visita del n1 di RedBird alla squadra va in controtendenza rispetto a quanto dichiarato solo una settimana fa al Podcast “The Deal” di Bloomberg.

George Steinbrenner (ex presidente degli Yankees morto nel 2010, ndr) mi diceva sempre che per qualsiasi motivo non sarei mai dovuto andare nello spogliatoio, che non avrei dovuto fraternizzare con i giocatori perché loro hanno un compito e noi un altro, perché non sarebbero mai diventati amici. Ed è interessante come una volta arrivato in Italia, la gente continuava a dirmi di scendere negli spogliatoi per parlare con i giocatori dopo le partite. Io non lo faccio, ascolto il consiglio di George. Non è una questione di vanità, ma di lavoro: ognuno fa il suo, la somma delle parti fa la differenza. Mando il nostro CEO (Giorgio Furlani, ndr), per parlare con loro“.

Ultime news

Notizie correlate