Cardinale dopo Genoa: “Milan, che carattere! Orgoglioso perché…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

I complimenti al Milan dopo la vittoria di Genova sono arrivati anche dal suo n1, Gerry Cardinale: le parole del patron di RedBird ai microfoni di Gazzetta

Due giorni dopo GenoaMilan, si parla ancora del match di Marassi su praticamente ogni tipo di media italiano: sulla Gazzetta dello Sport di questa mattina ha parlato invece Gerry Cardinale, n1 rossonero dalla scorsa estate. Intervenuto con un breve commento (ha visto la partita in un aeroporto, di ritorno da un viaggio in Medio Oriente), Cardinale ha fatto i complimenti al Milan per il carattere, fondamentale per portare a casa una partita sporca e difficile come quella di sabato sera.

MILAN, CARDINALE CHIARISCE: “VENDOR LOAN? SPAZZATURA! IO ED ELLIOTT…”

Cardinale elogia il Milan: “Mai sottovalutare il cuore di un campione”

La Gazzetta dello Sport di questa mattina, che ha aperto in prima pagina con Christian Pulisic e la frase “Milan stellare”, dedica le prime pagine interne dell’edizione di oggi al Milan di Stefano Pioli, squadra che si godrà due settimane di sosta Nazionali in testa alla classifica. La rosea, come spesso succede dopo prestazioni importanti o partite di cartello, è riuscita ad intercettare Gerry Cardinale, numero 1 di RedBird e del Milan, per una piccola considerazione sul match di sabato sera a Genova. Cardinale si è concentrato sullo spirito di squadra e sul carattere che il Milan ha mostrato contro il Genoa:

«La stagione è ancora all’inizio e i ragazzi continuano a consolidarsi come squadra. Sono però orgoglioso del carattere e della grinta che hanno dimostrato ieri sera in campo. Questo è ciò di cui alla fine sono fatti i campioni. Mai sottovalutare il cuore di un campione».

MILAN, CARDINALE SI RACCONTA: “IO, D’ANNUNZIO, MILANO E… DJOKOVIC”

E ora… pausa

Nel momento dello strappo, la Serie A si ferma e il Milan di Gerry Cardinale è costretto a frenare la fuga: la sosta arriva nel momento giusto? Ne ha parlato il giornalista Fabio Licari, in un editoriale sull’edizione di oggi della stessa Gazzetta dello Sport.

“Doveva essere un testa a testa Napoli-Inter. Poi la vera antagonista dei nerazzurri è diventata la Juve senza coppe. Infine il Milan massacrato nel derby sembrava pronto per la ricostruzione. Stato dell’arte: Pioli in fuga, Inter che frena, Juve in risalita e Fiorentina splendente che s’insinua a sorpresa in zona Champions, precipitando Garcia in una dimensione pericolosamente simile alla crisi. E siamo soltanto all’ottava giornata”.

“Di sicuro questo stop non fa benissimo al Milan, psicologicamente in fuga ben oltre i due punti della classifica. Il derby poteva davvero essere la fine di un progetto, su Pioli s’addensavano nuvole minacciose, e invece ecco la sfilata di quattro successi: Verona, Cagliari, Lazio e Genoa. Calendario non impossibile, gol di Pulisic faticosamente “leggibile” anche al Var, ma non si può negare che la risposta di carattere sia stata sorprendente, in simbiosi con la varietà tattica offerta da Musah e con la scoperta di Adli, risorsa forse colpevolmente sconosciuta anche da Pioli. Sarebbe l’ennesima rinascita di un tecnico che sa reinventarsi anche in 90’, ma ora dovrà studiare nuove soluzioni: contro la Juve, alla ripresa, mancheranno Theo e Maignan”.

CARDINALE: “NON SOLO ANALISI DEI DATI! COSI’ APPLICO LE MIE COMPETENZE AL CALCIO”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

cardinale milan genoa

Ultime news

Notizie correlate