“Milan, riassetto societario?”: Furlani e Cardinale incontrano gli arabi

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il quotidiano Repubblica ha pubblicato un’indiscrezione importante sul futuro del Milan che ha come protagonisti Cardinale e Furlani

Dopo aver pubblicato la lunghissima intervista a Paolo Maldini nella mattinata di ieri, oggi Repubblica torna a parlare di Milan e lo fa per due ragioni diverse. Una riguarda la conferenza stampa di Stefano Pioli di ieri e l’importante sfida con il Frosinone di questa sera a San Siro (20:45), l’altra riguarda invece un importante incontro dirigenziale avvenuto tra il proprietario Gerry Cardinale, l’AD Giorgio Furlani e alcuni investitori arabi. Ma andiamo con ordine.

GIUDICE: “MALDINI E IL MANICHEISMO, IL MILAN NON E’ UN GOVERNO OMRBA”

Pioli è solo?

Sulle colonne di Repubblica, ancora con la firma di Enrico Currò, si analizzano prima le parole di Stefano Pioli in conferenza stampa prima di Milan Frosinone, incalzato dai giornalisti a Milanello sulle tante e diverse cose raccontate da Paolo Maldini e legate al suo addio al Milan. Pioli è solo anche se afferma il contrario?

“Pioli, indebolito dai risultati, prima dell’appuntamento di San Siro col Frosinone pericoloso anche in caso di pareggio (la vittoria è l’unica possibilità di allontanare le voci sulla panchina in bilico e sull’avvicendamento col tecnico della Primavera Abate) ha voluto dichiarare di non essersi mai sentito abbandonato: Non commento le parole di Maldini. Sarò sempre riconoscente a lui e a Massara per avermi portato al Milan. Ma io non sono solo, sono sempre sostenuto dal club. La questione non è capziosa. L’azionista di controllo, Gerry Cardinale, vive negli Usa e in sedici mesi è entrato a Milanello soltanto due volte. La seconda è stata mercoledì scorso, all’indomani della batosta di San Siro col Dortmund, e il pranzo con Pioli ha lasciato aperta ogni interpretazione: la fiducia confermata fino a fine stagione per centrare l’obiettivo minimo del quarto posto, la richiesta di spiegazioni sul rendimento in calo, il tema scabroso dei troppi infortuni muscolari”.

FURLANI: “ARABIA SAUDITA PER AUMENTARE I FAN DEL MILAN! PROGETTO SERIO E AMBIZIOSO”

Riassetto Milan? L’incontro di Cardinale e Furlani

Repubblica lancia poi quella che è una novità che riguarda il mondo Milan extra-campo, quello dirigenziale e che quindi ha a che fare con Gerry Cardinale e Giorgio Furlani. Secondo quanto riportato dal quotidiano, nelle ultime ore sono emerse alcune indiscrezioni di un incontro avvenuto in Bahrain e che ha visto protagonisti i due appena citati. Di seguito, le parole di Repubblica:

“Che il club sia costretto a non pensare solo alle faccende sportive è tuttavia innegabile. Il piano per l’innesto di Ibrahimovic consulente-dirigente si intreccia con le vicende giudiziarie (ieri altra tappa al tribunale di New York del contenzioso Elliott-Blue Skye) e con quelle finanziarie: dal Medio Oriente filtrano indiscrezioni sull’incontro delle scorse settimane in Bahrain tra Cardinale, l’ad Furlani e investitori dell’area araba, in vista di un riassetto societario”.

LA VERITA’ DI MALDINI: “COLAZIONE E MESSAGGINI, CON CARDINALE E’ ANDATA COSI”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate