Capello: “Tonali avrebbe avuto spazio anche nel mio grande Milan”

DiDavide Giovanzana

Mar 16, 2022

Fabio Capello ha parlato di Milan, dei singoli e della possibilità di vincere lo scudetto alla Gazzetta dello Sport.

Cosa consiglia al Milan di Pioli per rimanere al vertice?
“Di metterci la solita allegria ma anche qualcosa in più. Le partite che mancano sono poche, c’è un gruppo di squadre pronte ad approfittare dell’errore dell’altra e non si può mollare niente. Occorrono massima attenzione e concentrazione, ogni punto può essere quello determinante, può regalare o far perdere lo scudetto. E serve anche assoluta convinzione.”

I giovani del Milan hanno imparato la lezione dopo le sofferenze di Salerno e con l’Udinese?
“Li ho visti maturati. Hanno maggiore convinzione, da Maignan a Kalulu, Tonali non ne parliamo… Ora devono dimostrarlo nel gran finale. Intanto sono diventati bravissimi contro le grandi, quando però la testa è sempre completamente in partita. Tutti gli allenatori con esperienza nei grandi club diranno lo stesso: quando c’è la super sfida devi prepararla tecnicamente e tatticamente ma non stimolare i giocatori, ci pensano da soli. È nelle partite che sulla carta sono già vinte che devi intervenire nelle motivazioni.”

Testa e talento. Il Milan ha bisogno di ritrovare il miglior Leao?
“Continua a essere lui l’uomo in più. Quello che mette in difficoltà l’avversario. La fascia sinistra del Milan è una forza, ce l’hanno in poche in Europa ed è capace di fermare chiunque. Qualità nella velocità, due aspetti che sono fondamentali nel calcio di oggi. E Theo lo trovo cresciuto anche in difesa, lo ritenevo migliorabile ed effettivamente ha fatto progressi. Se poi vuole altri consigli ha a disposizione il miglior maestro possibile, Maldini.”

Tra i ragazzi ha citato Kalulu: è da considerare un titolare aggiunto?
“Assolutamente sì, io punterei molto su di lui. Ha una caratteristica importante come la rapidità, in più lo vedo sempre concentrato, umile. E ha personalità anche quando gioca la palla. Può migliorare, certo, ma lo vedo nella coppia di centrali del futuro con Tomori. Fa bene però la società a cercare anche un rinforzo nel reparto: l’esperienza di Kjaer, quando tornerà, sarà importante ma sul fisico servirà la prova del campo.”

-Leggi QUI anche “Milan-Origi: da suggestione ad affare possibile! Le ultime”-

Tonali è quello che è cresciuto di più?
“Avrebbe avuto spazio anche nel grande Milan. Personalità, forza e qualità, è intelligente in campo. È molto forte a livello difensivo, e altrettanto nel dar palla in avanti: vede il gioco, e muove la palla con velocità.”

Veniamo ai senatori. Confermerebbe Ibrahimovic?
“Scelga lui il suo futuro. Ma lo vedo ancora carico, come sempre, in campo o a fare tutto quello che in cui è coinvolto. Che sia Sanremo o la pubblicità. È convincente in tutto. Se resta non è solo per partecipare, ma perché sente di poter dire la sua. E può essere determinante anche in un ruolo che non sia quello del titolare indiscusso.”

Sorpreso da Giroud?
“La verità? No, per niente. Feci i complementi agli amici Maldini e Massara quando lo presero: è il giocatore giusto per quel ruolo lì.”

Di Pioli quale delle tante capacità è giusto sottolineare?
“Mi è piaciuto molto per come è riuscito a coltivare il suo orto, con serenità e tranquillità anche nei momenti difficili. Aveva tante piantine e le ha fatte crescere al meglio. È stato creduto e seguito dai suoi giocatori: così viene fuori la leadership.”

Il calendario potrà essere un fattore determinante?
“Mancano poche partite e ognuna può essere la gara chiave. Ripeto, è una fase in cui nessuno può permettersi il minimo errore. E anche la Juventus è rientrata: a livello psicologico è anche più fresca. Le pressioni sono più sulle altre.”

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan