il 13/10/2023 alle 08:43

Capello: “Milan, ecco le armi di Pioli! Rispetto all’anno scorso…”

0 cuori rossoneri

Intervistato dal Corriere della Sera, Fabio Capello ha parlato del Milan e delle armi di Pioli nella corsa Scudetto contro l’Inter.

Dopo 8 giornate, il Milan di Stefano Pioli guida la classifica di Serie A con 21 punti, due in più degli odiati rivali cittadini nerazzurri. Viste le premesse, è molto probabile che questo duello per la prima posizione ci accompagnerà per tutta la durata della stagione. Intervistato dal Corriere della Sera, Fabio Capello ha parlato del Milan e delle armi di Pioli nella corsa Scudetto contro l’Inter.

capello milan Pioli

Capello sulla Serie A

Quanto la diverte questo campionato?

“E’ un torneo diverso rispetto a quello passato quando il Napoli e il suo allenatore avevano compreso subito quale fosse la strada giusta da percorrere per vincere. Il campionato attuale è più equilibrato: vedo in corsa l’Inter. E’ la squadra più forte, il Milan è più strutturato rispetto all’anno scorso e la Juventus, senza coppe, può concentrare gli sforzi sullo scudetto”.

MILAN, CAPELLO: “LEAO VALE IL PREZZO DEL BIGLIETTO! MI RICORDA…”

Capello su Pioli e il Milan

Sorpreso dal Milan in vetta? L’estate ha cambiato fisionomia con dieci innesti

“Pioli può contare sul sopporto dei leader come Maignan e Giroud: possono essere utili per aiutare gli ultimi arrivati ad integrarsi. Sono rimasto colpito dai nuovi che si impegnano per mettersi in evidenza, sacrificandosi”.

Manca un vice-Giroud in organico?

“Vediamo se Jovic e Okafor si ambienteranno in fretta come finora hanno fatto i centrocampisti, Loftus-Cheek e Pulisic. In ogni caso i successi fanno dimenticare tutto, l’addio a Maldini, lo scivolone nel derby…”

La peggior avversaria dell’Inter è se stessa?

“Sì, perchè come già è successo in passato ogni tanto sbaglia a sentirsi troppo forte e sottovaluta l’avversario. Parlo per esperienza, l’aspetto più difficile quando si guida una squadra nettamente superiore alle altre è tenere i giocatori in tensione. In frangenti del genere devono essere i calciatori di maggior carisma a dare una mano all’allenatore: io ho avuto Raul al Real e Baresi con Maldini al Milan”.

SACCHI: “E’ IL MILAN DI PIOLI E PULISIC! I TRE PERCHE’ DIETRO AL GRANDE INIZIO”

Capello su Juve e Napoli

La Juve può dare fastidio?

“Per cominciare, Allegri ha sistemato la difesa. Ora pare aver trovato la solidità tipica delle sue squadre. Poi deve sperare di avere a disposizione i due attaccanti, Vlahovic e Chiesa, ottimi ma di salute cagionevole. Detto questo, la perdita di Pogba è pesante e a gennaio serve un innesto che dia fantasia. Berardi in tal senso è uno che garantisce qualità”.

Si aspettava un Napoli così nella bufera?

“No, ma Garcia ha voluto cambiare tutto, l’approccio alla gara, il tipo di gioco. I calciatori hanno faticato a digerire i mutamenti, così sono entrati in rotta di collisione con lui. E’ un vero peccato, perchè la squadra è forte”.

Lo considera già fuori dallo Scudetto?

“No, il tempo per riaggiustare la situazione c’è ma allenatore e squadra devono trovare un punto d’incontro, anche se sarà fondamentale l’intervento della società. Quando i giocatori annusano che un tecnico non ha la fiducia del club, ciao. E’ finita, ti scaricano”.

“E’ UN MILAN DA SCUDETTO?” RISPONDONO CAPELLO E CRESPO

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

capello milan

NOTIZIE MILAN