Tra Milan e Primavera: il piano per Camarda da mercoledì in poi

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Sabato l’esordio a San Siro, oggi il ritorno a scuola: ma qual è il piano del Milan per Francesco Camarda?

Si è parlato tanto del debutto più giovane di sempre in Serie A: il 2008 Francesco Camarda è stato buttato nella mischia da Stefano Pioli contro la Fiorentina, ma qual è il piano del Milan ora? Torna in Primavera o resta ad allenarsi con la prima squadra? Intanto, fino al prossimo weekend sarà a riposo: niente Vismara, niente San Siro per le due sfide contro il Borussia Dortmund di domani. Espulso in Youth League contro il PSG, il 15enne è squalificato. La Gazzetta dello Sport questa mattina fa un approfondimento sul tema.

(VIDEO) LACRIME DI GIOIA: LA FAMIGLIA CAMARDA REAGISCE ALL’ESORDIO

Programma da definire, come gli impegni scolastici

In particolare, la rosea si sofferma sul passaggio da campo a… banco. Da San Siro alla scuola, il liceo linguistico De Amicis. “Sul campo il primo banco di prova sono stati i difensori della Fiorentina, in classe saranno i professori a giudicarlo. In giornata si riparte con le interrogazioni e l’alunno Francesco non potrà uscirne in dribbling”. Come scrive il quotidiano, però, “il programma dei prossimi giorni è da definire: probabile che Pioli lo tenga ancora con sé (come ieri, pasticcini offerti alla squadra) e a seconda degli allenamenti della prima squadra, Camarda organizzerà gli impegni scolastici. Allenamento al mattino, lezioni al pomeriggio; allenamento pomeridiano, in classe al mattino”.

DI STEFANO: “VITTORIA RIMASTA NELLO SPOGLIATOIO! LA STORIA NELLA STORIA DI CAMARDA”

Niente Europa

Inoltre, “Non potrà giocare in Champions: deve prima compiere 16 anni e firmare un contratto da professionista, la Uefa non ammette deroghe. Ma non potrà esserci nemmeno in Youth League, squalificato per un turno dopo il rosso nei minuti finali contro il Psg (nello stesso pomeriggio del gol prodezza in rovesciata).

Squalificato come Giroud contro il Frosinone, motivo per cui Camarda resterà ad allenarsi con i grandi, pronto a entrare in corsa: su chi partirà dall’inizio, considerata anche l’ultima prestazione di Jovic, sarà un problema che Pioli affronterà da mercoledì in poi. Sedici anni servono anche per firmare il primo contratto “pro”, che al massimo potrà estendersi per tre anni: gli agenti Giuseppe Riso e Marianna Mecacci sono al lavoro. Potrà succedere dal 10 marzo in poi: nel frattempo tutta Europa osserva“.

“SCUOLA, CALCIO E GOL! UN PREGIO E UN DIFETTO”: PARLA IL 1° MISTER DI CAMARDA

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate