Milan, Camarda all’Inter scatena Pellegatti e Biasin: “È ridicolo”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il giovane del Milan Francesco Camarda può andare davvero all’Inter? Discussione a QSVS tra Carlo Pellegatti e Fabrizio Biasin

Si scatena un’accesa lite in studio a Telelombardia tra Pellegatti, particolarmente punto sul tema, e Biasin, che cerca di stuzzicare il collega e rivale di tifo: il tema è Francesco Camarda, che può firmare con il Milan ma che è cercato anche dall’Inter. Non per Carlo, che contesta e rilancia.

L’acceso diverbio

Pellegatti: “Rimandiamo il discorso più avanti, probabilmente ai primi di luglio. Una cosa mi sento di dirla: che siano in testa alla classifica si sa, che giocano un gran calcio si sa, che sono i più bravi si sa, però che all’Inter interessi Camarda, come ho letto in questi giorni… Ho chiesto come definire questa notizia e mi hanno autorizzato a dire che è una notizia totalmente ridicola. Camarda all’Inter è una notizia totalmente ridicola. Non so se rimarrà al Milan o cosa succederà, però è divertente in questo momento mettere tutto dentro. Cosa o chi piaccia all’Inter io non lo so, chiedetelo a Biasin. Ho detto che la possibilità che Camarda indossi la maglia nerazzurra è totalmente ridicola e offensiva nei confronti del ragazzo. Cosa succederà al primo di luglio non ho idea, ma non giocherà sicuramente con l’Inter”.

Pellegatti continua: “Non è che non mi risulta, non è così. Domanda: è più importante il punto di vista dell’Inter o del giocatore? Pur di mettere dentro l’Inter per creare… Perché non la Juventus?”.

Biasin: “Io non mi stupirei se l’Inter avesse fatto una telefonata”.

Pellegatti: “Ma certo, non mi stupirebbe se la Roma avesse fatto una telefonata. Va bene. Fa tutto parte del ‘Siamo in testa, vinciamo, siamo i più belli e andiamo da Camarda’. È una cosa di cui mi dicono, e oltretutto ho chiesto subito, che piuttosto smette di giocare. Allora mi permetto di dire questa cosa qua”.

Biasin: “Non stronchiamo la carriera del ragazzo”.

Pellegatti: “Va bene, allora dato che piace andrà all’Inter. Speriamo che all’Inter non piaccia il mio cavallo, se no mi tolgono anche quello… Non lo vendo, anche se non ho ricevuto telefonate dall’Inter”.

Biasin: “La cosa più importante di fronte a una situazione come questa è non fargli cambiare città”.

Pellegatti: “Certo, e allora va all’Inter. Tra l’altro lui è di Affori, Interello è lì davanti”.

Biasin: “Ma no, al Milan (ride, ndr)”.

Pellegatti: “Biasin stuzzica, perché vincono e va bene. Ma in questi casi qua bisogna stare calmi. Hanno 16 punti in più e la stagione del Milan fa schifo, ma anche Camarda… Giusto per destabilizzare. No”.

Biasin: “Carlo, non credo che Camarda andrà all’Inter. Ma credo che di fronte a un talento di questo genere che tutti riconoscono e che tutti hanno visto, posso presumere che abbiano ricevuto 10 telefonate, mica solo quella dell’Inter”.

Ultime news

Notizie correlate