Camarda fa 16 anni: il Milan c’è, le big anche (ma non quelle inglesi)

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Camarda ne fa 16 ed è pronto a firmare il suo primo contratto da professionista: il Milan è fiducioso, le big spingono… ma non verso l’Inghilterra

Oggi è il grande giorno: il baby bomber delle giovanili del Milan Francesco Camarda compie 16 anni ed è finalmente pronto per firmare il suo primo contratto da professionista. Negli ultimi giorni, però, alcune indiscrezioni hanno cominciato a vederlo lontano dai rossoneri già dalla prossima stagione. Tra i club interessati a Camarda non ci sarebbe solo il Borussia Dortmund: Inter e Juventus avrebbero infatti sondato il terreno con l’agente del giovane calciatore, Giuseppe Riso (lo stesso di Sandro Tonali). La Gazzetta dello Sport ha provato a fare il punto della situazione nel giorno del sedicesimo compleanno del ragazzo.

Il futuro di Camarda e il problema Inghilterra

Per il quotidiano, “le big d’Europa lo guardano, ma a casa Milan sono fiduciosi: gli spifferi dei piani alti lasciano intendere positività, soprattutto perché la punta, cresciuta tra le vie di Affori, nella parte nord di Milano, tifa rossonero da quando è nato“.

Mentre c’è chi afferma che il Milan stia aspettando di firmare con il ragazzo per una questione di durata del contratto, la rosea fa luce su un possibile trasferimento in Inghilterra di Camarda. Dopo la Brexit, scrive Gazzetta, “è cambiato tutto: i calciatori minorenni non possono trasferirsi in Premier“. L’esempio citato dal quotidiano è quello di Kendry Paez, supertalento classe 2007 acquistato dal Chelsea per 20 milioni di euro ma che dovrà restare all’Independiente del Valle fino al compimento dei 18 anni.

Ultime news

Notizie correlate