Euro U17, è semifinale: Liberali pareggia, Camarda realizza il rigore decisivo

I più letti

La lotteria dei rigori va all’Italia: nei tempi regolamentari Liberali risponde a Nwaneri, Longoni porta la decisione finale ai calci di rigore dove Harrison sbaglia e Camarda mette in rete il rigore decisivo.

Archiviata la pratica Girone C, l’Italia Under 17 si appresta ad affrontare i quarti di finale: i ragazzi di Mister Favo si trovano di fronte l’Inghilterra, formazione classificatasi come seconda del Girone D dopo aver collezionato 2 vittorie ed una sconfitta. Sono 18 i precedenti tra gli Azzurrini e gli inglesi: 5 vittorie, 4 pareggi e 9 sconfitte; l’ultima vittoria italiana risale all’8 maggio 2005. Ma il cuore e la grinta dell’Italia questa volta hanno avuto la meglio perché prima il pareggio di Liberali nei tempi regolamentari e poi il rigore decisivo di Camarda fanno capitolare gli inglesi, regalando l’accesso alla semifinale di questo Europeo. In campo dal primo minuto tutti e 4 i calciatori del Milan convocati da Mister Favo: Longoni assoluto protagonista (soprattutto nella ripresa), Sala duttile, Liberali ispiratissimo, Camarda un po’ in ombra ma autore del rigore decisivo.

Match infinito che si chiude soli ai calci di rigore

Inghilterra subito in vantaggio al 16’ grazie all’eurogol di Nwaneri, nonostante l’Italia abbia messo in campo un buon gioco. La risposta azzurra non tarda ad arrivare con la conclusione di Liberali al 23’ che però viene bloccata dal portiere; al 30’ sempre l’attaccante rossonero realizza un gol da antologia: fa fuori ad uno ad uno i difensori inglesi ed infila Whatmuff. Al 43’ l’Italia va addirittura a centimetri dal gol del sorpasso con il palo di Benjamin. Nella ripresa è un susseguirsi di occasioni per parte: primo squillo inglese, il tiro di Mheuka respinto da Longoni; per gli azzurrini, il colpo di testa di Coletta al 60’ bloccato in due tempi da Whatmuff. Al 72’ il tiro ad incrociare di Cama non trova la porta per un soffio. Si va allora direttamente ai calci di rigore: l’errore di Harrison è decisivo per il passaggio del turno degli azzurri che lasciano a Camarda il compito di mettere in rete il rigore azzurro finale.

Le prestazioni dei rossoneri

Schierati tutti dal primo minuto, sono molti i fraseggi tra i giocatori rossoneri. Liberali, subito molto ispirato, svaria su entrambe le fasce: al 30’ risponde al gol pazzesco di Nwaneri con una perla che trafigge il portiere inglese. Dal dischetto fredda Whatmuff.

Meno incisivo rispetto al solito Camarda ma rimane pur sempre una minaccia per la difesa inglese, soprattutto con i suoi cambi di passo fulminanti: al 68’ il suo tocco di fino mette Liberali davanti alla porta. È l’autore del rigore decisivo che porta l‘Italia in semifinale.

Sala, che vince il ballottaggio con Mantini, viene ammonito al 14’ ma è sempre nel vivo dell’azione e la sua è una partita ordinata: ottimo in fase di copertura, solido in fase offensiva, lascia il campo al 70’ per Lontani.

Protagonista assoluto nella ripresa Longoni: sul gol di Nwaneri non può nulla, ma è decisivo per tenere a galla la squadra; al 25’ chiude la porta in faccia a Moore, nel secondo tempo respinge un tiro insidioso di Mheuka; al 65’ compie una parata che vale un gol uscendo con sicurezza e rubando il pallone a Depepa; all’81’ di piede svetta l’ennesima minaccia.

Ultime news

Notizie correlate