Albertini: “Camarda, spero di vederti! Ecco perché servi al Milan”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Pioli, Camarda, la lotta Scudetto e Ibrahimovic: Albertini va a tutto Milan prima del match con la Fiorentina

L’ex centrocampista rossonero Demetrio Albertini è intervenuto questa mattina ai microfoni di Tuttosport: tanti i temi toccati sul Milan, a partire dall’attesissimo (e giovanissimo) Francesco Camarda. Ma tra le dichiarazioni dell’ex troviamo anche un parere sul futuro di Zlatan Ibrahimovic e Stefano Pioli. Di seguito, la sua intervista completa.

ALBERTINI: “LEAO? SERVE RESPONSABILITÀ, ORMAI SONO UN PO’ DI ANNI…”

A tutto Diavolo

Pioli in discussione, tanti infortuni, il ritorno di Ibrahimovic da dirigente-consulente: come giudica il momento del suo Milan?

«Pioli mi piace molto. Finora ha fatto molto bene e ha ottenuto risultati. È giusto che finisca il suo percorso restando almeno fino a maggio. L’esonero è sempre un momento di sconfitta per la società. Ma mi rendo conto che nel calcio non ci sono crediti. Non si guarda al passato, solamente al presente e al futuro. Sugli infortuni occorre trovare dei rimedi. Non è casualità, la prevenzione serve moltissimo. Per quanto riguarda Ibrahimovic bisogna capire se le sue idee coincidono con quelle del Milan. E spero di vedere in campo Camarda. Sarebbe una bella spinta di entusiasmo».

Il Milan può ancora rientrare nella lotta scudetto?

«Può ancora essere un discorso a quattro. Non ci sono solo Inter e Juventus. Milan e Napoli possono sperare di restare in corsa fino a maggio. Ma a questo punto devono per forza aspettare gli errori di chi è davanti. Ho vinto qualche campionato e posso dire che prevale chi riesce a gestire meglio il momento di flessione. Incideranno anche le coppe europee, visto che Inter, Milan e Napoli possono ancora fare strada in Champions League».

“SFATIAMO IL FALSO MITO, IO NON CI PENSEREI!”: L’EX A SORPRESA SU CAMARDA

La corsa al titolo

Quale squadra ha maggiori chance di chiudere davanti in campionato?

«Dico l’Inter perché è una squadra più consolidata, mentre la Juventus dalla scorsa stagione sta andando incontro a un processo di ricostruzione a causa di varie situazioni. Non penso che la sfida di Torino sarà determinante, però sicuramente darà alla squadra vittoriosa una forte consapevolezza per il prosieguo della stagione».

Cosa pensa del dibattito sulla qualità del gioco della Juventus?

«Credo molto semplicemente che chi gioca bene abbia più possibilità di vincere. Io mi divertivo quando la mia squadra giocava bene. Non conosco le linee guida dell’allenatore. È chiaro che conta vincere perché ti aiuta a costruire qualcosa di importante. Ma giocare bene ti avvicina al successo, non ti allontana».

RANIERI: “SCUDETTO ALL’INTER? NON FATE QUESTO ERRORE SUL MILAN…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate