il 06/02/2024 alle 09:18

Ambrosini: “Calhanoglu colpisce, ma con Pirlo… no! Vale come Theo al Milan”

0 cuori rossoneri

Il paragone con Pirlo, il livello raggiunto e… la sfida: l’ex Milan Massimo Ambrosini su Hakan Calhanoglu dopo Inter-Juventus 1-0

Dopo una grande prestazione (e un lancio che sta facendo il giro del web) in Inter-Juventus 1-0, il mondo del calcio italiano ha eletto Hakan Calhanoglu, ex centrocampista del Milan, come uno dei migliori interpreti al mondo nel ruolo che occupa. La Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina ha dedicato a Calhanoglu le sue prime pagine, in un focus nel quale è stato anche intervistato a riguardo un centrocampista che ha vinto 4 scudetti e 2 Champions League con la maglia del Milan: Massimo Ambrosini.

Ambrosini sull'ex Milan Calhanoglu dopo Inter-Juventus 1-0

“Tutti i paragoni sono destinati a fallire”

Commentatore tecnico per DAZN della sfida di domenica sera tra Inter e Juventus, Massimo Ambrosini ha parlato del livello che ha raggiunto Hakan Calhanoglu, passato dal Milan ai nerazzurri nell’estate del 2021. L’ex centrocampista rossonero, nonostante i complimenti rivolti al turco, frena sui paragoni con Pirlo.

«Di Calhanoglu colpiscono tante cose. Su tutto, forse, salta all’occhio il mix tra tecnica e qualità difensiva, la prontezza nella riconquista con cattiveria. È un play molto diverso da altri, il dinamismo del centrocampo dell’Inter è altissimo. Pirlo? No, c’è pochissimo in comune. La vera similitudine è nella capacità di calciare in tutti i modi, di pescare un uomo a 40 metri. Tutti i paragoni con Andrea sono destinati a fallire. Pirlo come primo pensiero aveva la ricerca della profondità, anche perché avevamo punte sempre pronte ad attaccare la difesa in verticale. Calhanoglu invece, per come gioca l’Inter, tende più al fraseggio corto. Poi Hakan copre più campo, quando scarica palla si propone. E calcia in modo diverso, più secco».

CAGNI: “MILAN, CHE PERDITA CALHANOGLU! QUESTA LA DIFFERENZA CON L’INTER”

Calhanoglu sta all’Inter come Theo Hernandez sta al Milan

Quanto conta Hakan Calhanoglu nelle dinamiche dell’Inter? E come avrebbe giocato il suo Milan, quello di Ancelotti, contro l’Inter di Inzaghi e Calhanoglu? Le rispose di Massimo Ambrosini:

«È il giocatore meno sostituibile dell’Inter assieme a Lautaro? Sì, vale lo stesso discorso per Theo Hernandez al Milan: è talmente superiore che… Come avrebbe giocato il Milan di Ancelotti contro Calhanoglu? Le variazioni di Inzaghi rendono l’Inter dinamica, difficilissima da fermare. Allora dico di squadra, per forza, prenderlo a uomo non funzionerebbe».

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

NOTIZIE MILAN