Calendario Milan, ecco perché due volte alle 15 vicino all’Europa League

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Polemiche sul calendario del Milan dopo le assegnazioni degli orari dei prossimi match di Serie A: facciamo chiarezza sui motivi delle scelte con l’Europa League di mezzo

Tante critiche sono piovute addosso alla Lega Serie A nelle ultime ore per via delle scelte sul calendario del Milan, fitto di impegni tra campionato ed Europa League. Il tema forte è stato anche oggetto di discussione nella conferenza stampa di Stefano Pioli, il quale è sembrato particolarmente infastidito dal poco spazio concesso alla sua squadra per recuperare tra un appuntamento e l’altro. Premettendo che, al giorno d’oggi, le TV comandano il palinsesto dei campionati, facciamo chiarezza sul perché non si poteva fare altrimenti.

SERIE A, IL CALENDARIO DEL MILAN DALLA 28ª ALLA 30ª: DATE E ORARI UFFICIALI

Oggi Milan-Atalanta

Questa sera andrà in scena lo scontro diretto Champions tra Milan e Atalanta. Giocare lunedì (quindi domani, il 26) non sarebbe stato possibile: la prossima settimana (mercoledì) è infatti previsto il recupero di Inter-Atalanta.

Lazio-Milan, Milan-Slavia Praga e Milan-Empoli

I rossoneri andranno a Roma per giocare venerdì 1 marzo, perché la Lazio gioca in Champions League contro il Bayern Monaco martedì 5. Poi, Milan che affronterà giovedì 7 lo Slavia Praga in casa (ore 21). Da San Siro a San Siro, perché anche contro l’Empoli, nel weekend del 9-10 marzo si giocherà a Milano. La scelta è ricaduta su domenica 10 alle ore 15. Il motivo è che in quella stessa giornata c’è Roma-Fiorentina, considerata match clou per i diritti televisivi. Quindi, priorità all’Olimpico per lo slot serale della domenica: quello che una volta si chiamava posticipo. Tuttavia, anche alle 18 sarebbe stato impossibile piazzare Milan-Empoli: l’Atalanta gioca la gara d’andata europea in trasferta, a Lisbona e per questo deve avere qualche ora in più di riposo e occupare lo slot delle 18.

MILAN-ATALANTA, GASPERINI: “LOOKMAN CI SARÀ, QUESTO IL MIGLIOR DE KETELAERE”

Da Slavia Praga-Milan a Verona-Milan

Dopo la sfida casalinga contro la squadra di Nicola, si torna in campo il 14 marzo, in Repubblica Ceca, alle ore 18.45, in Europa League. Altro capo d’accusa verso la Lega: Milan-Hellas Verona domenica (17 marzo) alle 15. Giocare il lunedì non sarebbe stato praticabile: inizierà la sosta per le nazionali e dunque, da regolamento, non si possono prevedere partite al lunedì. Domenica alle 20.45, ancora una volta, impossibile: Inter-Napoli match clou. E infine, anche nel caso dello slot delle 18 non ha priorità il Milan. A Roma si disputerà la maratona “Run Rome 2024” e per questioni di ordine pubblico la formazione di De Rossi non può giocare alle 15.

Per quello slot pomeridiano, tra le due candidate Atalanta-Fiorentina e Verona-Milan ha avuto la meglio la seconda perché, per questioni televisive, non si possono avere rossoneri e giallorossi nella stessa fascia oraria. Ecco, per tirare le somme, il calendario prevede Roma-Sassuolo alle 18 e Verona-Milan alle 15.

Ultime news

Notizie correlate