Gianluigi Longari: “Non si pensa a sostituire Kjaer solo per i prossimi 6 mesi”

0 cuori rossoneri

Gianluigi Longari  ospite al Talk di Radio Rossonera ci ha detto la sua sulla trattativa per il difensore centrale, le uscite del Milan e il mercato in generale.

Su Sven Botman e le possibilità di acquistarlo

“Gira questo nome perché è l’obiettivo principale del Milan, per quanto sia, ovviamente, ambizioso e di conseguenza complicato da raggiungere. Da quello che so il Milan non farà investimenti a caso. Per fare un investimento di una certa portata vuole essere assolutamente convinto della qualità del giocatore e di poterci puntare ad ampio raggio, non soltanto nell’immediato. Non ci saranno investimenti per sostituire Kjaer soltanto nei prossimi 6 mesi, ovviamente se ci dovessero essere aperture a prestiti o cose varie verranno presi in considerazione. Investimenti di questo tipo però verranno fatti  solamente per un giocatore che sia convincente per tutti i parametri che il Milan tiene in considerazione. Un investimento futuribile, destinato a crescere a livello di prestazione e valore tecnico ed economico. Dal punto di vista economico Botman corrisponde a tutte queste caratteristiche.

Per il momento la situazione è in una fase di stallo, ma non bloccata. Il Milan sta continuando a lavorare su questa pista. È arrivata una proposta interessante da parte del Newcastle per Botman che è stata rispedita al mittente anche per volontà stessa del giocatore. L’olandese metterebbe in primo piano delle proposte più interessanti per lo sviluppo della sua carriera, tra le quali rientra certamente il Milan. Soltanto quando ci sarà la certezza di non poter arrivare a Botman i rossoneri prenderanno in considerazione delle alternative”.

Sulle alternative a Botman e la possibile strategia del Milan

“Ci sono diverse alternative, una può essere Diallo che al Milan non dispiace ma allo stesso tempo è molto costoso. Il Club segue da tempo e con interesse Omeragic, ma parliamo di un ragazzo di 19 anni, non so quanto possa essere giusto andare ad investirci per ora per una posizione che impiegherebbe in alcune circostanze. Si rischierebbe di bruciare il ragazzo, non seguendo il passo con cui il Milan vuole fare le cose.

A livello di scouting il Milan ha poco da imparare da qualunque altra squadra a mio parere. Secondo me però solo quando avranno la certezza di non arrivare a Botman verranno prese in considerazione altre piste in maniera concreta.

Se ci fosse l’apertura per poterla concludere si potrebbe anche andare agli ultimi giorni. Il Milan non avendo più competizioni europee, si sono ridotti gli impegni e per questo può provare ad andare fino in fondo per l’olandese. Fin quando non c’è la certezza che il Lille chieda non meno di 40M cash per farlo partire adesso, il Milan ci proverà, altrimenti virerà su altre piste strutturandolo magari, in maniera diversa, per l’estate. I rossoneri, secondo me, faranno tutto quello che è in loro potere di fare per provare ad arrivare all’obiettivo numero uno”.

Sulle partenze del Milan

“Se parte Castillejo secondo me può arrivare qualcuno davanti. Non so se Faivre può ancora essere plausibile ma è un giocatore che il Milan sta seguendo da diverso tempo. Castillejo vicino al Genoa che deve ristrutturare un po’ la squadra. Per Conti sembra fatta per il suo trasferimento all’Empoli. Tra l’altro al Milan piace molto Viti, nome da tenere in considerazione per giugno vista la concorrenza. Prima il Milan si concentrerà sul difensore e in caso di partenze andrà sul trequartista/esterno alto”.

Sul mercato in Italia e cosa aspettarsi

“In un certo senso mi aspetto un mercato simile a quello dell’anno scorso ma con alcune differenze.

L’Inter,  se dipendesse da lei, vorrebbe farlo esattamente come l’anno scorso, senza mosse in uscita e in entrata. Tuttavia deve fare riferimento ad alcuni calciatori che vorrebbero più spazio. In questo caso dovrà fare movimenti che vorrebbe evitare, parlo di Sensi e Vecino, in quel caso il ruolo in rosa va occupato.

La Juve deve fare qualcosa per forza là davanti, a meno che non riesca a trattenere Morata. Continuano anche a lavorare a centrocampo con Zakaria che per lui sembra l’ipotesi italiana più plausibile”.

Rivedi la puntata del Talk di Radio Rossonera di oggi con ospite Gianluigi Longari

photocredits: sportitalia.com

photocredits: losc.fr

Leggi QUI le nuove direttive per San Siro in vista di Milan-Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Radio Rossonera Live

live