Visnadi sul Milan: “Ha fatto il calciomercato più interessante di tutti, eppure…”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

In un editoriale sule colonne de Il Giornale, Gianni Visnadi ha analizzato la rosa del Milan e delle altre big di Serie A a 5 giorni dal calcio d’inizio del campionato dopo il calciomercato

Manca sempre meno alla partenza della Serie A 2023-24. Il weekend appena trascorso ha visto l’inizio della Premier League, della Liga e della Ligue 1. Nel prossimo fine settimana, invece, sarà il turno di Bundesliga e Serie A. Si parte sabato, con il Napoli campione d’Italia che apre le danze a Frosinone alle 18:30. Da lì spazio a tutte le altre partite, con tutte le big che giocheranno la loro prima giornata. Il Milan sarà l’ultima a partire, attesa a Bologna lunedì alle 20:45. A 5 giorni dall’inizio delle ostilità, il giornalista Gianni Visnadi ha analizzato le rose delle big di Serie A in questo momento, soffermandosi in particolare sulle modifiche apportate dal calciomercato, per il Milan su tutti.

“Solo il Napoli è a posto. Calciomercato Milan interessante, eppure…”

Da sabato si fa sul serio, eppure oggi quasi nessuno è pronto. Non è solo questione di condizione, che a Ferragosto sarebbe normale. È proprio questione di sostanza, di uomini che ancora mancano. Dice bene il saggio Claudio Ranieri: se la maggior parte degli acquisti si fanno gli ultimi giorni di mercato, perché non chiuderlo prima di cominciare a giocare? Tutti, non solo noi come nel 2018, esperimento subito abbandonato per evidenti svantaggi rispetto agli altri. E quest’anno c’è pure l’Arabia Saudita, che tenterà chiunque fino al 20 settembre, quando l’intera Europa non potrà più comprare, ma solo vendere. Se Osimhen firma e resta, il Napoli forse è l’unica davvero a posto, pur con le incognite Garcia e Natan al posto delle certezze Spalletti e Kim, ma qui ormai non c’è rimedio. Prendiamo l’Inter: se non vince lo scudetto, anzi probabilmente se non sarà già in fuga a metà stagione, Inzaghi ripasserà sui carboni ardenti che tanto ha frequentato l’anno scorso, prima di Istanbul. Eppure gli hanno smontato la squadra, dato due portieri l’altro giorno (per scoprire presto che magari il secondo è meglio del primo) e ancora manca il centravanti. Perché dovrebbe essere obbligato a vincere? Poi c’è il Milan, che ha fatto il mercato più interessante di tutti, anche il più ricco grazie ai soldi del Newcastle per Tonali, ha comprato 8 giocatori eppure si ritrova con Krunic promosso da riserva a regista titolare, con Giroud ormai vicino a quota 37 (anni), cui è stato affiancato un giocatore (Okafor) che, per quanto giovane, in carriera non è mai andato in doppia cifra. Tante mezzali e mezzepunte, ma la difesa è la stessa dell’anno scorso, con Kjaer che ha un anno in più”.

“Cantiere Juventus. Meglio la Lazio della Roma”

Del cantiere Juventus c’è poco da aggiungere: se non vende, non compra ed evidentemente finora ha ceduto solo quanto serviva per non affossare troppo i conti. Per arrivare a Lukaku & C. serve altro, al punto che ora Allegri dichiara di essere soddisfatto anche così, con Vlahovic che non l’ha mai convinto e lo stesso centrocampo dell’anno scorso. Persino Gasperini, che pure ha avuto 2 centravanti e quasi certamente CDK, aspetta che gli completino l’organico. Meglio la Lazio della Roma, soprattutto se oggi arriveranno le ufficializzazioni di Rovella e Pellegrini, proprio da Torino. Sarri (oltre a un centravanti vero come vice Immobile, l’argentino Castellanos) aggiunge un giovane architetto alla squadra arrivata seconda due mesi fa, si tratta di capire quanto farà durare l’apprendistato al suo calcio (il Pellegrini che risbarca a Roma è lo stesso arrivato a gennaio e praticamente mai utilizzato nella scorsa stagione, perché doveva imparare il sarrismo»). Mourinho, che magari rimpiange di avere detto no ai milioni sauditi, aspetta ancora il centravanti (Zapata? Avessi detto) e deve sostituire Matic, appena partito. Ad assistere alla sua prima conferenza stampa ci potrebbe essere di che divertirsi”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!ù

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Calciomercato Milan

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate