Longari: “Milan, schiena dritta! Col Porto pensarlo è un’utopia…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Giornata di calciomercato surreale ieri a Casa Milan: Gianluigi Longari ha provato a spiegare cosa è andato storto veramente nell’affare Taremi

In un lungo editoriale sul portale web dell’emittente Sportitalia, il giornalista esperto di calciomercato Gianluigi Longari ha provato a raccontare cosa veramente non è andato tra il Milan e Mehdi Taremi. Dopo avercelo anticipato in ESCLUSIVA ieri pomeriggio (QUI per recuperare la nostra intervista), Longari ha spiegato ai tifosi del Milan e agli appassionati di calciomercato perché l’affare Taremi è sfumato quando tutto sembrava concludersi per il meglio.

“Tempo di deadlineday. Il capodanno di Sportitalia scocca con la fine della campagna acquisti, portandosi dietro da una parte il sollievo di un tritacarne di tensioni che sta per concludersi, ma dall’altra soprattutto con l’innegabile nostalgia di chi sa che quell’adrenalina mancherà terribilmente nelle settimane a venire. Prima di abbandonarsi ai sentimenti, fortunatamente, c’è ancora parecchio spazio per i colpi di scena che accompagneranno fino alla fatidica chiusura della porta e proseguiranno presumibilmente sino al termine delle altre sessioni che manterranno sempre uno stato d’allerta costante per le operazioni in uscita. Intanto però, è bene concentrarsi su quanto potrà accadere da qui alle 20 di questa sera. Milano come capitale fisica del calciomercato con i corridoi dello Sheraton protagonisti, ma capoluogo lombardo che sta pullulando di mail e di fax rivolti alle sedi rossonerazzurre per cercare di risolvere i dubbi di Inter e Milan generando soluzioni per Inzaghi e Pioli”.

Dietro al caos Taremi

“E’ una Milano frenetica, soprattutto perché il Milan è allo stesso modo dei cugini alla spasmodica ricerca di un’occasione. Cambia il reparto, poiché i rossoneri vorrebbero porre rimedio alla mancata chiusura dell’affare Taremi. Non ci uniamo al banchetto di nomi che sta caratterizzando la lecita cronaca di mercato a tinte rossonere, nella speranza di concentrarci quando sarà il momento sulla pista che Furlani e Moncada decideranno di provare a percorrere. Con la consapevolezza che, tanto per l’Inter quanto per il Milan, la possibilità di un nulla di fatto è da tenere in assoluta considerazione”.

“Una parola in più va spesa invece sul (mancato) affare Taremi. Come abbiamo cercato di spiegare nelle ultime ore, è noto a chiunque si occupi di mercato, che pensare anche solo di intavolare una trattativa importante con il Porto senza coinvolgere l’avvocato Pedro Pinho è pura utopia. E’ un passaggio che va messo in conto e che si può decidere di bypassare solo rinunciando all’affare, se non si accetta di scendere a compromessi economici. Bene ha fatto il Milan a non inarcare la schiena, nonostante i tentativi strenui di mediazione che hanno coinvolto Jorge Mendes cui i rossoneri già dai primi approcci di luglio avevano affidato il file in questione”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

calciomercato milan taremi longari

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate