Calciomercato Milan, silenzio Zirkzee: uno strappo da ricucire

I più letti

Il tema principale del calciomercato del Milan riguarda senza dubbio l’erede di Giroud: l’affare Zirkzee è in fase di stallo

Ufficializzato Fonseca, c’è da risolvere la questione più spinosa del calciomercato del Milan per la prossima stagione: il nuovo numero 9. Il profilo è stato individuato da tempo dalla dirigenza rossonera ed è quello di Joshua Zirkzee, ma la resistenza dell’agente Kia Joorabchian è più che agguerrita. Prima di registrare il primo grande colpo di questa sessione di calciomercato, per il Milan c’è da soffrire e battagliare sul tavolo delle trattative. La Gazzetta dello Sport cerca di fare il punto sulla situazione e aggiunge un nome nuovo, quello di Samu Omorodion, nella lunga lista delle alternative.

Non c’è fretta, lo stallo continua

Il nuovo centravanti è senza ombra di dubbio la priorità dei rossoneri, anche se non è detto che sia il primo in ordine cronologico. La rosea infatti spiega come le trattative per gli attaccanti richiedono solitamente più tempo e pazienza del solito. L’agente dell’olandese vuole sfruttare la convocazione last minute del suo assistito per gli Europei nella speranza che la sua quotazione cresca. È da leggere anche sotto questo aspetto la richiesta decisamente alta dei 15 milioni di commissioni a cui il Milan non ha nessuna intenzione di cedere. Ecco che è iniziata una fase di stallo che potrebbe non essere più superata. Uno strappo che può essere ricucito solo grazie ad una volontà comune. Il Diavolo aspetta la chiamata dell’agente, Kia quella dei rossoneri, che sono disposti a pagare i 40 milioni di clausola di cui il 60% andrebbe al Bologna e la restante parte al Bayern Monaco. Non è da escludere neanche l’ipotesi che soddisferebbe comunque la dirigenza rossoblù: quella della permanenza di Zirkzee in Emilia.

Ultime news

Notizie correlate