Problema Milan, flop in prestito: due situazioni di calciomercato all’opposto

I più letti

La situazione prestiti del Milan e una strategia di calciomercato che non ha funzionato: due profili diversi con un destino già scritto

Milan, abbiamo un problema“: due flop in rossonero partiti in prestito nel calciomercato estivo per ritrovarsi stanno vivendo situazioni contrapposte. Rimangono nell’orbita rossonera le meteore che la passata stagione hanno raggiunto l’Italia cariche di aspettative poi non realizzate. L’analisi della Gazzetta dello Sport è il prologo di un destino già scritto. Un prestito non ha dato i frutti sperati, l’altro, al contrario, ne sta dando anche troppi.

Delusione Origi, De Ketelaere brilla

Divock Origi raggiunge il Milan a costo zero, con un contratto fino al 2026 e un ingaggio da big: 3,5 milioni a stagione proprio come quel Giroud al quale doveva contendere il posto. La sua breve parentesi in rossonero è stata un flop durato dodici mesi e condito da una serie interminabile di infortuni. Lascia Milano in prestito con diritto di riscatto fissato a 5 milioni e si trasferisce al Nottingham Forest. Il suo ritorno nella Premier League dove tanto bene aveva fatto con la maglia del Liverpool è stato pessimo. Poche presenze in campionato, solo cinque da titolare e nessun gol; uno realizzato in FA Cup. Diametralmente opposta la situazione che riguarda Charles De Ketelaere: da flop in rossonero a punto fermo dell’Atalanta di Gasperini. Viaggia spedito verso un riscatto, di 22 milioni, destinato a far parlare di sé.

Ultime news

Notizie correlate