Calciomercato Milan, Longari: “Due soffiate di Moncada, Popovic e Lenglet”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Longari (Sportitalia) dà due aggiornamenti sul calciomercato del Milan: le “soffiate” di Moncada su Popovic e Lenglet

Tra decreto crescita e tantissimi nomi accostati, arrivano un paio di novità sul calciomercato del Milan: a fornirle è Gianluigi Longari, giornalista esperto di trasferimenti della redazione di Sportitalia. In un editoriale sul portale web dell’emittente, Longari ha parlato, oltre che della questione decreto crescita, delle ultime soffiate di calciomercato del nuovo DT del club, Geoffrey Moncada, sui due obiettivi di calciomercato del Milan: Popovic e Lenglet.

Decreto crescita: cosa cambia? Le parole di Furlani

Citando un’intervista di qualche settimana fa dell’AD del Milan, Giorgio Furlani, il giornalista ha commentato così la decisione dell’annullamento della proroga al Decreto Crescita:

MILAN, OCCHI SUL GIOIELLO DI ARTETA: LO SEGNALA IL TALENT SCOUT DI CALCIOMERCATO

“L’elemento di disturbo è arrivato dall’abolizione governativa del decreto crescita. La scelta di annullare la proroga inizialmente prevista era stata letta da alcuni dei protagonisti del nostro calcio come un’eventualità assolutamente nefasta. Ed è oggettivamente dura dare una interpretazione contraria alle parole dell’AD del Milan Giorgio Furlani che poco più di un mese fa ebbe a dichiarare: “L’unica leva che ci rende competitivi con gli altri campionati europei è il Decreto Crescita. I nostri sponsor sono capitale straniero che entra in Italia e che poi noi investiamo, i progetti extra-calcio sono tutti finanziati da soldi esteri: nel momento in cui non riesci ad offrire un buon prodotto senza i migliori attori non ha senso fare progetti. A me sembra una follia a livello di economica nazionale togliere il Decreto Crescita”. Ora che lo spauracchio è diventato realtà, la nostra classe dirigenziale, di gran lunga la più abile a livello continentale, dovrà cercare di ingegnarsi per trasformare in miracoli i grandi risultati che avevano sin qui contribuito a mantenere il nostro livello calcistico ad un livello di competitività quantomeno accettabile”.

CALCIOMERCATO, “NON PIACE SOLO AL MILAN, È UN TALENTO”: L’INTERMEDIARIO FISSA IL PREZZO

Le ultime sul calciomercato del Milan

Dal punto di vista del calciomercato, Longari ha aggiornato sulla questione Milan, in particolare sulle situazioni del difensore centrale Clement Lenglet e del giovane talento dell’attacco Matija Popovic:

“Tra le altre occasioni va segnalato come il Barcellona non voglia (per il momento) dare il proprio ok ad un passaggio di maglia di Lenglet diverso dalla permanenza a Birmingham nelle file dell’Aston Villa, con buona pace dell’apprezzamento che Moncada aveva manifestato in pubblico ed in privato con con le voci all’unisono (come quelle di una presunta rinuncia a Popovic) che ne erano conseguite. Il francese percepirà 170k a settimana da qui a fine stagione: oggettivamente troppo anche per gli estimatori più accaniti”.

CALCIOMERCATO, LA JUVENTUS TAGLIA FUORI IL MILAN: CARTA SCAMBIO DECISIVA?

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate