Calciomercato Milan, tra De Ketelaere e l’Atalanta non solo soldi: l’indiscrezione

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Non c’è solamente una questione economica dietro ai ragionamenti dell’Atalanta su Charles De Ketelaere: il punto sul calciomercato del Milan

Tra una settimana, l’Atalanta dovrà far sapere al Milan se eserciterà o meno il diritto di riscatto pattuito la scorsa estate di calciomercato per Charles De Ketelaere: la data ultima è infatti il 14 di giugno, poi il calciatore tornerà ad essere a tutti gli effetti un tesserato rossonero. Stiamo parlando (oltre ai 2 milioni di prestito secco) di una cifra di 23 milioni di euro per il cartellino e 3 milioni di euro di bonus, probabilmente maturati vista l’ottima stagione dei bergamaschi. Da Bergamo, però, sul futuro di Charles De Ketelaere all’Atalanta stanno sorgendo dei dubbi: a fare il punto della situazione sul calciatore del Milan è stato questa mattina il Corriere dello Sport. La questione non sembra essere solo economica.

Non solo soldi

Questo perché l’Atalanta non è al lavoro su De Ketelaere solamente per “chiedere uno sconto di calciomercato al Milan o eliminare il 10% sulla futura rivendita che era destinata alla squadra rossonera“. Secondo quanto riportato dal quotidiano infatti, “secondo altre indiscrezioni, a Bergamo ci sarebbero delle riflessioni pure dal punto di vista tecnico sul giocatore, per il tipo di squadra che la società ha in mente di costruire insieme a Gasperini“.

In caso di mancato riscatto dall’Atalanta, continua il quotidiano, Charles De Ketelaere tornerebbe al Milan per “giocarsi le chance in rossonero“, anche se lo scenario più probabile rimarrebbe comunque quello della cessione.

Ultime news

Notizie correlate